Districante per capelli, quale scegliere e come usarlo

Previene le imperfezioni da pioggia, umidità e uso di capi e accessori elettrostatici

Il districante per capelli - quale scegliere

Il districante per capelli - quale scegliere

Roma, 30 novembre 2023 – I cambi di stagione sono periodi complicati per i capelli, che diventano più fragili, secchi, crespi e difficili da sbrogliare e pettinare. In autunno e in inverno, l'uso di cappotti, sciarpe e maglioni elettrostatici può favorire la formazione di nodi fastidiosi in alcune parti della chioma, soprattutto se questa, di suo, è già ribelle. Quando i capelli richiedono cure adeguate, l’ideale è seguire una routine specifica e utilizzare un districante apposito. L'ideale è un prodotto che permetta di pettinare con facilità le ciocche, rendendole morbide, setose e lucenti senza danneggiarle né appesantirle.  

Come si usa

Oltre all’uso di un buon districante per capelli, privo di siliconi e componenti chimici aggressivi, occorre seguire una valida beauty routine, a partire dalla detersione. I capelli vanno lavati con uno shampoo delicato, adatto alle proprie caratteristiche ed esigenze. Dopo aver rimosso l’acqua in eccesso con un asciugamano, si applica il districante in modo uniforme sui capelli umidi. Per distribuire meglio il prodotto ci si può aiutare con un pettine a denti larghi o con le dita, assicurandosi di coprire bene tutta la lunghezza dei capelli, fino alle punte. È proprio da qui che bisognerebbe iniziare a districare le ciocche, salendo poi verso l’alto. Se si hanno nodi particolarmente ostinati, è opportuno lavorare su di essi delicatamente, sempre con le dita o con un pettine a denti larghi. Alcune formulazioni in spray di districante per capelli, per esempio, potrebbero essere senza risciacquo, permettendo di proseguire direttamente con l’asciugatura e la messa in piega. Altre tipologie di districante, in spray o sotto forma di olio, possono essere usate anche sui capelli asciutti. È bene fare riferimento alle indicazioni specifiche dei singoli prodotti.

Balsamo vs maschera

In commercio si trovano diversi balsami e maschere con proprietà districanti. Scegliere tra gli uni e le altre può non essere così semplice. In generale, si tenga presente che il balsamo ha come funzione principale quella di nutrire i capelli, rendendoli morbidi e facili da pettinare. La maschera, dal canto suo, dovrebbe riparare in profondità il capello, ripristinandone la struttura ideale. Anche per questo richiede un tempo di posa maggiore rispetto al balsamo. Bisogna dunque valutare le esigenze specifiche e lo stato di salute dei propri capelli, il clima del periodo, il tempo a disposizione e il risultato che si desidera ottenere. Alcuni, poi, si chiedono se valga la pena di utilizzare entrambi i prodotti insieme, balsamo e maschera, o se sia meglio alternarli. La scelta dipende dalle preferenze personali. Il balsamo dovrebbe essere usato dopo lo shampoo con costanza e frequenza. La maschera può essere adoperata una volta alla settimana. Se si volessero applicare insieme, occorrerebbe non eccedere nelle dosi per non appesantire eccessivamente la chioma. E magari optare per trattamenti diversi e mirati, idratanti e nutrienti, se i capelli sono un po’ secchi, aridi e spenti.

Districanti naturali

Se piace sperimentare, se si vuole ottenere un districante per capelli naturale e fatto in casa, che permetta anche di risparmiare qualche soldo, si può pensare a preparare un districante con alcuni ingredienti facilmente reperibili ed ecologici. È ottimo l’olio di cocco, noto per le sue proprietà idratanti, così come l’olio di oliva o quello di mandorle dolci. L’aloe vera è lenitiva e può ammorbidire le ciocche. Diluendo un po’ di aceto di mele con la stessa quantità di acqua, si può ottenere una lozione che permette di districare i capelli, chiudendo le cuticole e rendendo la testa più luminosa. Sarebbe sempre opportuno testare i prodotti e i mix casalinghi su una piccola sezione dei capelli per evitare reazioni allergiche o effetti indesiderati.

Altri consigli

Per ottenere una chioma disciplinata, l’utilizzo di un districante è fondamentale, ma è altrettanto importante seguire una corretta beauty routine. Mai asciugare la chioma in modo selvaggio, strofinando le ciocche con l'asciugamano in modo vigoroso dopo il lavaggio. Basta limitarsi a tamponarle delicatamente per eliminare l'eccesso d'acqua. Sarebbe bene, inoltre, optare il più possibile per pieghe morbide e naturali ed evitare elastici troppo stretti.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn Clicca Qui

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro