Sabato 20 Luglio 2024

Layering olfattivo, ecco come sovrapporre più profumi

Si possono sperimentare diverse fragranze in zone distinte del corpo o un mix applicato sullo stesso punto

Che cos'è il layering olfattivo - Crediti: iStock

Che cos'è il layering olfattivo - Crediti: iStock

Il termine layering, dall'inglese stratificazione, è utilizzato in vari ambiti come la moda, l'arte, la cosmetica e il make-up. Quando si parla di layering olfattivo, invece, si fa riferimento a una tecnica che permette di sovrapporre diverse fragranze per creare profumi unici e personalizzati. Un approccio che non riflette solo i propri gusti e le proprie preferenze, ma anche la propria personalità. I profumi che troviamo in commercio sono progettati per essere un prodotto finito e pronto per essere utilizzato.

Tuttavia, può capitare che una fragranza, sebbene piacevole, non risulti completamente soddisfacente: potrebbe mancare di intensità, essere troppo invadente, o semplicemente mancare di un quel quid in più in grado di fare la differenza. Ecco che qui entra in ballo il layering, che consente di personalizzare e modulare i profumi, dando maggiore carattere e trovando delle formule su misura. L'arte di mescolare profumi ha radici antiche. I Romani e i popoli mediorientali applicavano diverse fragranze su diverse parti del corpo per creare miscele uniche e irripetibili.  

Metodi

Molto dipende dal risultato che si vuole ottenere. Se si preferisce avere un effetto omogeneo e uniforme, le fragranze possono essere applicate negli stessi punti di vaporizzazione. Si può procedere così: si può iniziare spruzzando o applicando qualche goccia di un profumo che si ama, preferibilmente con una minore concentrazione alcolica, com’è il caso di una eau de parfum, per creare una base. Poi si aggiungono uno o due spruzzi di un’altra fragranza più volatile, come un’eau de toilette, scegliendo magari note che si abbinano bene alla base. Si può optare per fragranze che appartengono alla stessa famiglia olfattiva, come due profumi floreali, oppure sperimentare combinazioni contrastanti, ma armoniose, come una base legnosa con una nota floreale leggera.

Prima di applicare il mix direttamente sulla pelle, si può sperimentare la combinazione su un tamponcino, un cotton fioc, una mouillette o una T-shirt da indossare vedendo – o, per meglio dire, annusando – l’effetto dopo qualche ora. Se si preferisce, poi, si possono vaporizzare fragranze distinte in diverse aree del corpo. Ad esempio, si potrebbe applicare una nota di gelsomino sui polsi e una di vaniglia sul collo e décolleté o viceversa. Per provare le combinazioni senza compromettere le caratteristiche individuali delle fragranze, si può applicare ciascuna di esse su veline separate sovrapponendole, senza spruzzarle direttamente sulla pelle

Abbinamenti

Le note agrumate, che danno freschezza, possono combinarsi con le sfumature erbacee e verdi delle fragranze fougère, ma anche con quelle aromatiche di lavanda e rosmarino, vivacizzando quelle floreali. Le note floreali, abbinate a con spezie calde e sensuali, rendono più raffinate e avvolgenti certe composizioni olfattive. I fiori possono arricchire la profondità delle note legnose e muschiate dei profumi cipriati e aggiungere ulteriore dolcezza alle note fruttate. Le fragranze cuoiate (cuoio, tabacco, betulla e resina), intense e decise, si sposano bene con le spezie calde e l'ambra e possono essere smorzate con delicatezza da quelle floreali.

Altri consigli

Se si è alle prime armi con il layering olfattivo, il suggerimento è quello di cominciare con un paio di fragranze, senza esagerare. Conoscere le diverse famiglie olfattive (floreale, orientale, legnosa, agrumata, etc.) può aiutare a fare scelte più consapevoli e armoniose. È importante considerare l'equilibrio e l'armonia tra le note. Quelle di base (come le legnose, le cuoiate o le ambrate) forniscono la struttura del profumo. Le note di cuore sono spesso le floreali o le speziate e formano, appunto, il cuore del profumo. Le note di testa sono le prime a essere percepite e sono spesso fresche e agrumate: devono risaltare senza sovrastare le altre. Bisognerebbe usare i profumi con moderazione, soprattutto le fragranze più forti e intense, lasciandole asciugare bene prima di applicarne altre.