Il coltello in legno della University of Maryland
Il coltello in legno della University of Maryland

I coltelli più affilati? Potrebbero essere in legno temperato, invece che in acciaio o ceramica, tanto efficienti nel tagliare quanto ecosostenibili. Li hanno "inventati" i ricercatori della Università del Maryland, che hanno sviluppato un metodo più attento all’ambiente per produrre coltelli in legno indurito. Il metodo di trattamento del legno lo rende 23 volte più duro e 3 volte più affilato di un comune coltello da tavola.



I coltelli più affilati ed ecologici saranno in legno?

I coltelli comuni in acciaio inox e ceramica devono essere prodotti in forni ad alta temperatura, con notevole consumo di energia. Così i ricercatori americani hanno provato a realizzare un coltello più sostenibile dal punto di vista ambientale e ci sono riusciti grazie al processo di indurimento del legno, un metodo che si può usare anche per produrre chiodi di legno dalle stesse caratteristiche di quelli in acciaio. Con il vantaggio ulteriore di renderli resistenti alla ruggine (possono essere usati per martellare insieme tre assi di legno).
E in futuro, sperano i ricercatori, questo materiale temperato potrebbe essere utilizzato anche per realizzare pavimenti in legno, che sarebbero più resistenti ai graffi e all'usura.



Come si produce il legno temperato

Lo studio quindi evidenzia un nuovo metodo produttivo che va oltre quello tradizionale. Si parte dalla cellulosa, componente principale del legno, che "ha un rapporto tra resistenza e densità più elevato rispetto alla maggior parte dei materiali ingegnerizzati, come ceramiche, metalli e polimeri", spiega l’autore Teng Li, "ma il nostro attuale utilizzo del legno tocca a malapena il suo pieno potenziale". Questo perché la resistenza del legno, che è composto anche da emicellulosa e lignina, è inferiore a quella della cellulosa.
Così il team americano ha rimosso le parti più deboli del legno senza distruggere lo scheletro di cellulosa in un processo in due fasi. Eliminate le parti "molli", è stata eseguita una pressione con una pressa a caldo per densificare e rimuovere l'acqua.
Il materiale poi è stato lavorato e scolpito nella forma desiderata e rivestito con olio minerale per proteggerlo e allungargli la vita.

A commento della ricerca pubblicata sulla rivista Matter, Teng Li spiega che "Quando guardi intorno ai materiali duri che usi nella tua vita quotidiana, vedi che molti di loro sono artificiali perché i materiali naturali non soddisfano necessariamente ciò di cui abbiamo bisogno".
Il nuovo coltello in legno taglia facilmente una bistecca di media cottura, come fa un classico coltello da tavola. E può essere può essere lavato e riutilizzato. Diventerà una vera alternativa ai coltelli in acciaio, ceramica o anche a quelli in plastica usa e getta?