Sabato 22 Giugno 2024

Santamaria contro la Bruzzone: "Ha detto che ci siamo inventati di aver perso un bambino"

L'attore furioso sui social: "Una bestialità, sconvolto che una professionista possa anche solo pensarlo"

Roberta Bruzzone, a destra Claudio Santamaria con Francesca Barra

Roberta Bruzzone, a destra Claudio Santamaria con Francesca Barra

Roma, 24 gennaio 2023 - Claudio Santamaria non la manda a dire. E' talmente "incazzato" (cit.) con Roberta Bruzzone che decide di replicare via social all'audio 'rubato' alla criminologa. I frammenti della conversazione riguardano lui e la moglie, la giornalista tv Francesca Barra, e un evento drammatico della loro vita privata. Nell'audio "Roberta Bruzzone offende me e mia moglie sostenendo che abbiamo mentito sulla perdita del bambino".  "Pare che la notizia l’abbia inventata”, avrebbe detto l'esperta forense. Parole che, anche se non dette in pubblico, non sono state digerite dall'attore. "Mi duole commentare simili bassezze", scrive su Instaram ma, appunto, "sono così incazzato che sento di doverlo fare".

Nel 2019 Francesca Barra annunciò in tv di aspettare un bambino da Claudio Santamaria. I due si erano sposati due anni prima in gran segreto negli Stati Unit. Nel 2019, Barra aveva 40 anni e Santamaria 45: era il loro primo figlio insieme, loro che venivano entrambi da una precedente relazione con prole. Dopo poche settimane, alla gioia seguì il dolore più grande. A dare la notizia dell'aborto spontaneo fu la stessa Barra, sempre via social: "Il nostro bimbo, tanto cercato, tanto voluto, che finalmente era dentro di me contagiandoci con gioie e progetti e con cui poi abbiamo lottato aggrappandoci alla più piccola e improbabile speranza, ha interrotto il suo cammino prematuramente lasciando un vuoto che non riusciamo a riempire con nulla". Santamaria e Barra hanno poi avuto una bambina, Atena, lo scorso anno. 

A distanza di anni dall'accaduto, arriva la diatriba con la Bruzzone, che in privato si sarebbe sbilanciata sulla veridicità del racconto fatto dalla coppia. "A me non interessa entrare nelle beghe legali fra lei e la società Emme Team che ha pubblicato anche questo audio e non mi interessa soffermarmi sui metodi discutibili con cui sta avvenendo tutto questo. A me non interessa nemmeno che un simile pensiero sia stato reso pubblico. Quello che mi sconvolge e mi fa rabbia è che una professionista che ha a che fare con i lutti, che dovrebbe essere sensibile nei confronti della morte e del dolore della perdita delle famiglie possa averlo anche solo pensato".

"E' un pensiero che "rasenta la bestialità e il pettegolezzo più pericoloso  - s'indigna Santamaria - e spero che le persone che coinvolgeranno la signora Bruzzone in contesti dove questo comportamento potrebbe essere incoerente con le storie che raccontate, ne terranno conto".

"Mi sento di scrivere queste cose per me, per l’immenso e costante dolore che prova anche mia moglie per quella perdita che non avrei mai voluto farle rivivere pubblicamente  - aggiunge l'attore - e per il rispetto del dolore che abbiamo provato noi e i nostri figli e per chi vive questi drammi dovendo pure fare i conti con le schifezze partorite da una persona che ogni giorno viene invitata nei salotti televisivi e nelle vostre case giudicando fatti e persone".