La storia della Befana: perché porta la calza ai bambini

Il ritratto di una delle figure più amate che, nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, attraversa l'Italia a cavallo della sua scopa

La Befana (iStock Photo)

La Befana (iStock Photo)

Roma, 5 gennaio 2024 – La festa della Befana è celebrata ogni anno il 6 gennaio, giorno dell'Epifania. Dietro alla figura di questo personaggio della tradizione italiana, ci sono tanto fascino e Storia, che danno vita a una celebrazione unica annuale, che coinvolge grandi e piccini.

Le origini storiche legate alla Befana

Per capire com'è nata la leggenda della Befana bisogna risalire alle radici della cultura popolare e ai riti che riguardano l'Epifania. Nonostante la Befana possa essere vista come una figura pagana, è strettamente collegata alla storia dei Re Magi. Queste figure religiose seguirono la stella cometa per portare i doni, oro, incenso e mirra, a Gesù e la Befana, all'epoca una donna anziana, ricevette proprio dai Magi l'invito a seguirli per arrivare alla grotta in cui stava il bambino di Dio, ma la donna si rifiutò di andare. Solo più tardi, pentita della sua scelta, l’anziana decise di portare doni a tutti i bambini, sperando di trovare Gesù.

La Befana nella tradizione italiana

Nel folklore italiano la Befana è rappresentata come una strega vecchia e vestita di stracci che, nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, a cavallo della sua scopa porta dolci e regali ai più piccoli, riempiendo le calze che vengono lasciate appese, di solito, vicino al camino. Oggi la festa della Befana coinvolge tutta la comunità. Le città offrono eventi, cortei, rappresentazioni e momenti di convivialità per salutare le Feste e stare, ancora una volta, tutti insieme.

Ogni regione italiana festeggia la Befana a modo suo, tanto che in alcune zone viene chiamata anche "La Vecchia", o "La Strega". Quella della Befana è una festa molto sentita a Roma dove ogni hanno si organizza la "Befana del Trastevere", una parata che coinvolge tutto il quartiere. A Venezia, invece, la mattina del 6 gennaio si organizza la tradizionale Regata delle Befane lungo il Canal Grande.

Curiosità sulla Befana

Oltre alla leggenda che lega la Befana alla storia di Gesù e ai Re Magi, la sua figura si associa a diverse curiosità. La sua scopa è vista come un oggetto magico, simbolo anche di purificazione, che le permette di volare nel cielo. Generalmente la Befana porta ai bambini dolciumi e caramelle, ma per quelli che si sono comportati male, può anche lasciare del carbone, dolce s'intende, che viene realizzato con lo zucchero, ma anche con il cioccolato. Come molte tradizioni tipiche di un paese, anche la Befana ha scavalcato i confini italiani e tradizioni simili sono state adottate in molti paesi del mondo, come Russia, Germania, Islanda, Ungheria, Spagna e Francia. Proprio oltralpe si festeggia l'Epifania, mangiando un dolce con nascosta una fava: colui che la trova sarà il Re o la Regina della festa. La Befana, inoltre, incarna i valori della generosità e della saggezza e nella notte in cui vola, rappresenta la figura materna che veglia sui bambini portando gioia e speranza. In un mondo sempre più veloce, la festa della Befana ci ricorda di prenderci cura degli altri, con la sua figura che diventa la rappresentazione tangibile dei valori emblematici delle festività.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro