Giulia, vincitrice di Amici 2021, con Sangiovanni (Instagram)
Giulia, vincitrice di Amici 2021, con Sangiovanni (Instagram)

E brava Giulia. Ha vinto la sua risata nella finale perfetta fra fidanzatini abbracciati, seduti, sdraiati. Felici. Lui ragionevolmente un po’ meno. Giulia Stabile,19 anni, ha vinto una finale di Amici con piccola sorpresa, 150mila euro, e il Premio Tim, altri gettoni d’oro. Sangiovanni, il cantautore che sa meglio parlare il linguaggio della nuova canzone, quello Radio, Siae e Marlù. I giornalisti virtualmente presenti lo hanno scelto con voto plebiscitario, ma ha vinto Giulia. Coppia pigliatutto, anche se la finale non aveva concorrenti deboli, da Aka, fortissimo il pezzo “Yellow”, a Deddy di “0 passi”. Il ballo con Alessandro. Sangio lanciatisismo con “Lady”, “Hype”, “Malibu”.

La finale ha anche messo a posto i meccanismi del format, meno ingessata dal macchinoso rituale fra prof, allievi e giuria, i cantanti hanno presentato gli inediti già presenti in tutte le charts, poche cover. Non indimenticabili le coreografie. Rispetto al serale mi è piaciuto meno il ballo e più il canto, dove tutti sono molto cresciuti nel live, e ha funzionato anche la storica narrazione dei sentimenti dove tutti sono saliti sul treno dei sogni, dei ricordi e della nostalgia, dove c’è sempre una lettera, un diario, una mamma e un papà.

Televoto depotenziato fino alla fine, il 50 per cento è di giuria e prof, quindi questa era la finale di Maria De Filippi e ha funzionato con sorpresa: dopo una gran parlare di Sangio, con Giulia mascotte, ha vinto lei. Una piccola donna che sorride sempre, ride e non nasconde il suo lato bambina. Il giudizio contemporaneo sulla musica lo stanno dando i dischi di platino e d’oro delle charts, Aka ha firmato con Sony, Deddy con Warner, Sangio con Sugar, piovono EP, producono quelli famosi, c’è anche Canova. Siamo in una consolidata realtà. Non mi sono piaciute le coreografie di Giulia, monotematiche come il suo stile, ma efficaci nell’esprimere una fragilità adolescenziale che si risolve con una risata seriale. Una vittoria emotiva, figlia dei tempi e di un sorriso, ma molto diversa dalla narrazione dei sentimenti del passato di Amici. Giuria e prof funzionali al superiore pensiero di Maria. De Martino superstar testimonia, in positivo, l’evoluzione della specie tv. 

 E anche gli ascolti premiano questa edizione con il 33,48% di share pari 6 milioni 667 mila spettatori, rispetto ai 4.882.000 e il 22,78 del 2020. Bisogna risalire al 2015 e alla vittoria di The Kolors per trovare 6.536.000 e il 34,2 di share.