Lunedì 20 Maggio 2024

Zanzare, chi pungono e cosa le attira: i risultati dell’ultimo studio sul sapone

L’entomologo: la regola generale da seguire e il fattore chiave del sudore

Roma, 12 maggio 2023 – Ma chi pungono le zanzare? Da chi sono attirate? L'ultimo studio pubblicato su Science – realizzato al Virginia Polytechnic Institute and State University – cerca di rispondere alla domanda che ci assilla. Ecco le risposte.

Approfondisci:

Zanzare, le più pericolose in Italia (anche per la Dengue). “Ecco come scelgono le vittime”

Zanzare, le più pericolose in Italia (anche per la Dengue). “Ecco come scelgono le vittime”
Approfondisci:

Allarme Dengue, perché l’Italia prepara una nuova circolare e cosa accadrà in porti e aeroporti

Allarme Dengue, perché l’Italia prepara una nuova circolare e cosa accadrà in porti e aeroporti
157316301
157316301

Approfondisci:

West Nile a Sassari: cornacchia trovata positiva. L’Asl, ecco cosa fare

West Nile a Sassari: cornacchia trovata positiva. L’Asl, ecco cosa fare

Zanzare, chi pungono e cosa c’entra il sapone

La ricerca ha reclutato quattro volontari che hanno sperimentato altrettante marche di sapone. La conclusione: il meno attrattivo risulta quello al cocco, che secondo gli scienziati sarebbe un repellente naturale per i ‘vampiri' che tormentano le nostre estati. Gli altri, profumati, stando alle conclusioni della ricerca aumenterebbero invece la possibilità di essere morsi.

L’odore e le zanzare: cosa sapere

Insomma le fragranze sembrano guidare i fastidiosissimi e pericolosi insetti dritti dritti verso la nostra pelle. Diventiamo proprio un bersaglio. E forniamo addirittura gli ‘integratori’ ai nostri nemici. Che quando non si nutrono del nostro sangue, possono sempre rimediare con i nettari vegetali.

Ciascuno di noi è diverso

Lo studio ha anche rilevato che gli effetti dei saponi sono diversi da persona a persona. In questo conta sicuramente il profilo olfattivo unico di ciascuno di noi.

Cosa non bisogna fare: a questo link i consigli del ministero

L’entomologo: il peso del sudore

Ma, studio della Virginia a parte, in generale qual è l’elemento chiave che ci rende più o meno ‘morsicabili’? L'entomologo Claudio Venturelli ricorda una regola generale: “Chi si lava di più, è meno attrattivo per le zanzare.  Perché il sapone sulla cute rimuove lo strato di grasso, dove si concentrano gli odori, compreso l'acido lattico”. Ma è “il sudore la principale attrattiva per le zanzare, quello che viene definito l'odore di umanità. Poi naturalmente bisogna considerare il tipo di profumazione del sapone e anche l'interazione che ciascun prodotto ha con la pelle di ciascuno”.

A questo link dell’IzsVenezie cosa sapere sulla zanzara tigre