Elisoccorso (Foto d'archivio Ansa)
Elisoccorso (Foto d'archivio Ansa)

Berna, 20 febbraio 2019 - Le ricerche dei dispersi dopo la valanga di ieri su una pista da sci nella comunità di Crans-Montana, sulle Alpi svizzere, sono state interrotte. Secondo la polizia non risultano dispersi. Il bilancio finale è di quattro feriti, di cui uno in modo grave.

L'incidente è avvenuto nel pomeriggio nella zona della Plaine-Morte. La slavina, con un fronte largo di 100 metri, si è staccata sulla pista Kandahar, in un punto conosciuto come Passage du Major, a circa 2500 metri d'altitudine.

Su Twitter un video condiviso da una giornalista de "Le Temps", in cui si vedono soccorritori al lavoro sulla pista completamente travolta dalla valanga. 

Dalle prime ricostruzioni della stampa locale sembra che la valanga abbia attraversato tutta la parte bassa della pista, ricoprendola per 300-400 metri. 

LA MAPPA

La Plaine-Morte, a 3000 metri di altezza, è la pista da sci più alta di Crans Montana, stazione sciistica molto frequentata in questi giorni. Su Internet si segnalava per la zona un rischio valanghe 2 su una scala da 1 a 5.