Sabato 25 Maggio 2024

Biden chiama Von Der Leyen: “Fermo sostegno a Kiev è vitale”

Raid russo abbatte la torre della tv di Kharkiv: segnale interrotto. Polonia: pronti ad accogliere armi nucleari. Mosca: prenderemo contromisure. Il ministro degli esteri ucraino Kuleba lancia un ennesimo appello all'Ue: “È il momento di agire, non di discutere”. Tajani sull’invio dei Samp-T: “Faremo il possibile per Kiev”

Roma, 22 aprile 2024 –  Joe Biden ha chiamato la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen per discutere del loro "fermo sostegno all'Ucraina nella sua difesa dall'aggressione russa”  sottolineando quanto il “sostegno internazionale sia essenziale per la lotta per la libertà di Kiev”. Lo riferisce la Casa Bianca in una nota. Mancano pochi giorni, infatti, all’arrivo dei primi aiuti Usa in Ucraina e il clima si surriscalda tra avvertimenti e minacce. “"Nel prossimo futuro ci troveremo di fronte a una situazione piuttosto difficile. Ci saranno problemi a partire da metà maggio", ha detto alla Bbc Ucraina il capo dei servizi segreti militari ucraini (Gur), Kyrylo Budanov.

Intanto, un raid russo ha distrutto la torre della televisione di Kharkiv, la seconda città più popolata dell’Ucraina e sede di una delle università più rinomate del Paese. “Durante l’allarme, i dipendenti erano al riparo. Non ci sono state vittime”, ha riferito il governare della regione, Oleg Synegubov, come riporta Unian. "Al momento ci sono interruzioni nel segnale della Tv", ha aggiunto il governatore, citato dal Kiev Independent

Raid russo distrugge la torre della televisione di Kharkiv in Ucraina (X)
Raid russo distrugge la torre della televisione di Kharkiv in Ucraina (X)

Approfondisci:

La nave Kommuna colpita a Sebastopoli: perché è un colpo durissimo per la flotta di Putin

La nave Kommuna colpita a Sebastopoli: perché è un colpo durissimo per la flotta di Putin

Le notizie in diretta

20:13
Zelensky: con Biden concordata fornitura missili Atacms

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e il presidente americano Joe Biden hanno concordato nella telefonata di stasera la fornitura dei missili balistici a corto raggio Atacms. Lo annucia Zelensky nel discorso serale. Lo riporta Rbc Ukraine. "Il risultato di oggi è che gli accordi sugli Atacms per l'Ucraina sono tutti rispettati. Grazie, signor Presidente! Grazie, Congresso! Grazie, America", ha detto il leader ucraino. Gli Atacms sono in grado di distruggere obiettivi a una distanza massima di 300 chilometri e le forze armate possono lanciarli con l'aiuto dei lanciarazzi Himars. 

18:51
Novaya Gazeta: Kadyrov molto grave, Mosca cerca successore per Cecenia"

Ramzan Kadyrov è in gravissime condizioni di salute. Da cinque anni il leader ceceno soffre di necrosi pancreatica acuta, rende noto Novaya Gazeta Europe citando fonti dell'ospedale centrale di Mosca, la clinica delle elite russe, dove è in cura. Le sue condizioni si sono aggravate nella primavera del 2022 e nel settembre del 2023 è stato ricoverato a causa di una grave crisi polmonare, dopo un sovradosaggio di sonniferi.  "Il vecchio leader non sarà più qui, la malattia lo ha colpito gravemente. Anche se ora si riprendere, non sarà più né vivo nè morto", ha precisato una fonte vicina ad Adam Delimkhanov, suo stretto alleato in 
Cecenia. Tanto che il Cremlino, in coincidenza del ricovero dello scorso settembre, ha avviato la ricerca di un sostituto come Presidente della 
Cecenia, per scongiurare problemi di instabilità nella regione.

17:34
Biden chiama Von Der Leyen: fermo sostegno all'Ucraina 

Joe Biden ha chiamato la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen per discutere del loro "fermo sostegno all'Ucraina nella sua difesa dall'aggressione russa" sottolineando quanto il "sostegno internazionale sia essenziale per la lotta per la libertà di Kiev". Lo riferisce la Casa Bianca in una nota.

15:22
Raid russo distrugge la torre della tv a Kharkiv 

 La torre della televisione di Kharkiv, in Ucraina, è crollata dopo uno raid russo. "Gli occupanti hanno colpito l'infrastruttura televisiva a Kharkiv. Durante l'allarme, i dipendenti erano al riparo. Non ci sono state vittime", ha riferito il governare della regione, Oleg Synegubov, come riporta Unian.

 

14:09
Mosca: conquistato altro villaggio nel Donetsk

Mosca ha annunciato di aver conquistato il villaggio di Novomykhailivka, a circa 20 chilometri da Vugledar, nell'Ucraina orientale. L'annuncio del ministero della Difesa russo arriva mentre il capo dell'intelligence militare ucraina, Kyrylo Budanov, ha avvertito che la situazione al fronte peggiorero' costantemente nelle prossime settimane.

 

11:56
I Baltici: ora tocca all'Europa sostenere Kiev

"Dopo aver gioito per l'approvazione degli aiuti all'Ucraina da parte del Congresso statunitense, noi europei abbiamo ora il dovere di non abbassare la guardia". Lo ha affermato stamane, al suo arrivo in Lussemburgo, la nuova ministra degli Esteri lettone, Baiba Braze. Braze ha sottolineato che gli alleati europei devono essere uniti non solo nella fornitura continua di assistenza militare all'Ucraina, ma anche ribadendo continuamente che dal sostegno a lungo termine all'Ucraina dipende la stessa stabilità globale. Braze ha inoltre invitato gli alleati a inasprire il regime di sanzioni nei confronti di Mosca e Minsk, a rafforzare la lotta alla circonvenzione delle sanzioni e a seguire l'esempio lettone e destinare una quota fissa del Pil al sostegno all'Ucraina. Analoghe alle parole di Braze quelle del ministro degli Esteri lituano, Gabrielius Landsbergis. "Vi è molta felicità per i nuovi fondi americani, ma dobbiamo già concentrarci sul domani e su come non far mancare nuovamente il sostegno militare a Kiev", ha dichiarato Landsbergis. Il politico lituano ha in particolare sottolineato la necessità di aderire alle varie iniziative dei Paesi europei per la fornitura di droni, sistemi di difesa aerea e munizioni all'Ucraina e ha invitato all'adozione di severe sanzioni contro l'industria militare iraniana, colpevole di "agire con la loro capacità produttiva sul fronte ucraino e israeliano".

11:53
Tajani: Samp-T? Faremo il possibile per Kiev

"Stiamo facendo tutto il possibile per aiutare l'Ucraina e dare le risposte attraverso gli strumenti che abbiamo. Il ministro Crosetto è al lavoro e farà tutto il possibile". Lo ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani in Lussemburgo rispondendo alla domanda se l'Italia darà i Samp-T a Kiev.

10:29
Cremlino: pronti a rispondere ad armi atomiche in Polonia

Il ministero della Difesa russo adotterà le misure necessarie per garantire la sicurezza della Russia nel caso in cui la Polonia ospitasse armi nucleari. "Naturalmente, i militari analizzeranno la situazione se tali piani verranno attuati e, in ogni caso, faranno tutto il necessario e prenderanno tutte le contromisure necessarie per garantire la nostra sicurezza", ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. Il presidente polacco Andrzej Duda ha affermato questa mattina che la Polonia potrebbe ospitare armi nucleari statunitensi se le venisse chiesto.