La Reunion, autorizzata la caccia agli squali tigre (Ansa)
La Reunion, autorizzata la caccia agli squali tigre (Ansa)

Londra, 7 novembre 2019  - Risolto il giallo del turista britannico dato per disperso a Reunion, il 44enne è stato quasi sicuramente divorato dagli squali. Dell'uomo non si avevano notizie dal weekend, si legge sul Daily Mail che dà la notizia. Ma dallo stomaco di uno squalo tigre, trovato morto sulla spiaggia, è spuntata, si presume, una delle sue mani, con ancora la fede.

Per essere certi che l'arto appartenga al britannico dichiarato scomparso ora verrà effettuato il test del Dna, che ne verificherà l'identità senza dubbi. Fonti vicine alle autorità dell'isola, che fa parte dei territori Oltremare francesi, hanno rivelato: "Il turista (scozzese) e la moglie erano in vacanza sull'isola quando lui è scomparso mentre nuotava da solo nella Laguna Hermitage. Quando non è rientrato la moglie ha dato l'allarme e sono scattate le ricerche con imbarcazioni e un elicottero". 

Il disperso è stato cercato anche dai sommozzatori, che hanno perlustrato i fondali vicino all'area della barriera corallina, ma senza esito. Purtroppo sull'isola di Reunion gli attacchi degli squali non sono una novità, e le autorità quando possono intervengono, come nel caso dello squalo ucciso questa settimana vicino a una spiaggia molto frequentata dai turisti perché considerato una minaccia.