Giovedì 20 Giugno 2024

Russia, ok alla produzione in massa delle terribili bombe Fab-3000. Tre tonnellate di esplosivo per scardinare le difese ucraine

Secondo un’indagine della Cnn di qualche giorno fa le Fab-1500 usate al fronte hanno spostato gli equilibri in prima linea. Il nuovo ordigno ha una potenza doppia

Serghei Shoigu, ministro della Difesa russo, in visita allo stabilimento dove vengono prodotte le bombe Fab-3000

Serghei Shoigu, ministro della Difesa russo, in visita allo stabilimento dove vengono prodotte le bombe Fab-3000

Roma, 30 marzo 2024 - La temibile bomba Fab-3000 sarà prodotta in massa, lo ha annunciato Serghei Shoigu, ministro della Difesa russo. Un ordigno aereo da tre tonnellate che potrebbe chiudere il conto in Ucraina. La peggiore notizia per l'esercito ucraino, devastato quando era arroccato nelle trincee dalle Fab-1500, potenti solo la metà della nuova bomba messa in produzione. Un'inchiesta della Cnn di una decina di giorni fa infatti sosteneva che gli equilibri in prima linea si erano spostati a favore dell’esercito russo proprio grazie alle Fab-1500. 

L’Ucraina spera nel DragonFire, il laser britannico che può tracciare e distruggere i droni russi

Approfondisci:

Putin firma la coscrizione obbligatoria di 150mila giovani russi. In Ucraina la capitale Kiev scava trincee

Putin firma la coscrizione obbligatoria di 150mila giovani russi. In Ucraina la capitale Kiev scava trincee

Shoigu ha visitato lo stabilimento delle Fab-3000

Shoigu ha anche visitato a Nizhny Novgorod lo stabilimento dove questa serie di bombe vengono prodotte, in un comunicato il ministero della Difesa spiegava, ripreso dall'agenzia Ria Novosti: "La produzione della Fab-500 è aumentata di diverse volte, quella della Fab-1500 è stata raddoppiata e, da metà febbraio, la produzione in serie della Fab-3000 è stata organizzata". 

Bomba di derivazione sovietica

E non c'è da aspettarsi chissà che sviluppo tecnologico, le Fab-3000, 1500 e 500 sono essenzialmente devastanti e nascono dalla conversione di una bomba di era sovietica capace di planare fino all’obbiettivo, e di provocare un cratere largo fino a 15 metri. Dall'inizio della guerra la produzione di armi in Russia è stata riorganizzata, alcune fabbriche sono attive 24 ore su 24, portando la produzione di artiglieria di cinque volte.