Putin visita Kaliningrad proprio nei giorni in cui parte la maxi esercitazione Nato

Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov: "Questo non è un messaggio alla Alleanza Atlantica”. Ma la mossa arriva al picco delle tensioni tra le due potenze, che trova nell’area uno dei principali punti di attrito

Mosca, 25 gennaio 2024 – "Questo non è un messaggio alla Nato”, afferma il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov. Ma il presidente russo Vladimir Putin è arrivato oggi a Kaliningrad, exclave russa situata tra la Polonia e la Lituania, e la visita avviene proprio al picco delle tensioni tra la Russia e la Nato, che questa settimana avvia la più grande esercitazione militare dai tempi della Guerra Fredda. Si tratta di manovre con 90mila uomini, 50 mezzi navali, 80 velivoli e 1.100 veicoli da combattimento.

Terreno dell’esercitazione è appunto il quadrante Germania-Polonia-Baltico, vicino al corridoio di Suwalki, lo stretto passaggio terrestre polacco-lituano tra la Bielorussia e Kaliningrad, uno dei punti più deboli dell'alleanza, già evidenziato in un documento top secret di Berlino citato dalla Bild.

La maxi esercitazione Nato del 2024
La maxi esercitazione Nato del 2024

“Quando il presidente visita le regioni della Federazione Russa - ha sottolineato Peskov, citato dall'agenzia Ria Novosti - non è un messaggio per i Paesi della Nato. Questa è la cosa principale che fa il presidente, e la cosa principale non è inviare messaggi, ma quello che sta facendo da molti anni, cioè lavorare per lo sviluppo del Paese e delle nostre regioni”.

Tra gli impegni di Putin un incontro con gli studenti dell'Università Immanuel Kant, intitolata al filosofo che nacque e visse tutta la vita nella città di Koenigsberg, a quel tempo capitale della Prussia orientale, ribattezzata Kaliningrad con l'annessione all'Unione Sovietica dopo la Seconda guerra mondiale.

Dove si trova Kaliningrad