Sabato 13 Aprile 2024

Putin e la guerra ibrida contro l’Italia. Allarme degli 007: occhio alle elezioni

Secondo l’intelligence, la minaccia riguarda tutto l’Occidente. Attenzione speciale sulle europee e sulla presidenza italiana del G7

Roma, 28 febbraio 2024 - Guerra ibrida e voto. La Russia è l’attore più attivo in campagne ibride “in danno dell’Italia e dell’Occidente intero”. Spionaggio, attacchi cyber, disinformazione, sfruttamento in chiave destabilizzante dei flussi migratori: questo l’arsenale usato, secondo la relazione annuale dell’intelligence presentata oggi, alla vigilia del discorso che terrà domani il presidente russo Vladimir Putin.

Approfondisci:

Houthi colpiscono portacontainer Msc nel Mar Rosso, fuoco a bordo: cosa sappiamo

Houthi colpiscono portacontainer Msc nel Mar Rosso, fuoco a bordo: cosa sappiamo
Approfondisci:

Guerra ibrida, Crosetto vuole i riservisti. Ma qual è il modello? Ecco 3 cose da sapere

Guerra ibrida, Crosetto vuole i riservisti. Ma qual è il modello? Ecco 3 cose da sapere
Il presidente russo Vladimir Putin
Il presidente russo Vladimir Putin

Mosca ha anche cercato di ostacolare le iniziative italiane ed europee di diversificazione energetica e di introduzione del price cap sul gas russo con propaganda “atta a inquinare l’informazione verso il grande pubblico circa l’andamento dei prezzi dell’energia”.

Approfondisci:

I tentacoli della Russia sull’opinione pubblica occidentale. Berlino: “Rischi sulle elezioni”. E anche Parigi accusa

I tentacoli della Russia sull’opinione pubblica occidentale. Berlino: “Rischi sulle elezioni”. E anche Parigi accusa

Clicca qui se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn

Europee e presidenza italiana del G7 sotto la lente

Attenzione dell’intelligence ora ai prossimi eventi che catalizzeranno campagne disinformative: le elezioni europee di giugno, la presidenza italiana del G7, l’uscita dalla Via della seta. Nel 2023, rileva l’intelligence, gli apparati di informazione legati al Cremlino hanno continuato a operare all’interno del dominio dell’informazione per minare la coesione europea e la fiducia dei cittadini nelle istituzioni sia nazionali che dell’Unione Europea e dell’Alleanza Atlantica.

“Le narrazioni diffuse dalle campagne disinformative russe - proseguono - hanno riguardato, anche nel 2023, la colpevolizzazione della Nato e dei Paesi occidentali per la guerra in Ucraina, alla quale si aggiunge, come elemento di novità, quella per la guerra tra Israele e Hamas”.

Minaccia ibrida e Cina, cosa sappiamo

E la minaccia ibrida è portata avanti anche dalla Cina, che usa alcuni elementi della diaspora cinese nell’Unione europea per “raccogliere informazioni di pregio; mettere in atto azioni di pressione economica; penetrare e interferire all’interno del mondo accademico e della ricerca; condurre operazioni cibernetiche ostili con maggiore efficacia; manipolare l’informazione per finalità di propaganda e per orientare, in modo favorevole alla Cina, l’opinione pubblica europea”. Nel complesso, comunque, rassicura la relazione, “l’Italia e, più generalmente, i Paesi occidentali continuano a dimostrare un buon livello di resilienza sia rispetto al condizionamento dell’opinione pubblica, sia sul versante economico e della tutela degli asset strategici”.

Approfondisci:

Il rischio di un secondo fronte in Transnistria. “Chiesto aiuto a Mosca contro la Moldavia”

Il rischio di un secondo fronte in Transnistria. “Chiesto aiuto a Mosca contro la Moldavia”