I tentacoli della Russia sull’opinione pubblica occidentale. Berlino: “Rischi sulle elezioni”. E anche Parigi accusa

Lo Spiegel ha ottenuto un rapporto confidenziale dagli analisti del Dipartimento delle comunicazioni strategiche del ministero degli Affari Esteri tedesco. Ecco cosa ha scoperto

Il presidente russo Vladimir Putin (Ansa)

Il presidente russo Vladimir Putin (Ansa)

Berlino, 26 gennaio 2024 – I tentacoli della Russia sull’opinione pubblica occidentale: accuse a Mosca arrivano oggi da Berlino e Parigi. Manovre sui social network e sui media statali russi, tra account falsi su X e azioni sulle reti televisive di Stato.

Approfondisci:

Putin e la guerra ibrida contro l’Italia. Allarme degli 007: occhio alle elezioni

Putin e la guerra ibrida contro l’Italia. Allarme degli 007: occhio alle elezioni
Il presidente russo Vladimir Putin (Ansa)
Il presidente russo Vladimir Putin (Ansa)

Le indagini di Berlino

Il ministero degli Affari Esteri tedesco ha identificato una campagna sistematica di disinformazione a favore del Paese guidato da Putin sulla piattaforma social X e il governo di Berlino teme possibili interferenze nelle prossime elezioni. Lo Spiegel ha ottenuto un rapporto confidenziale dagli analisti del Dipartimento delle comunicazioni strategiche del ministero degli Affari Esteri tedesco.

Tra bot e account falsi

Attraverso un software specializzato, gli esperti del ministero hanno esaminato un vasto set di dati su X dal 20 dicembre al 20 gennaio: gli analisti hanno identificato oltre 50.000 account non appartenenti a persone reali e hanno avviato campagne informative coordinate in lingua tedesca. In determinati giorni questi bot generavano circa 200.000 tweet al giorno. La loro attività è diminuita notevolmente nei fine settimana e nei giorni festivi, in linea con i giorni liberi ufficiali della Russia, secondo Berlino.

La narrazione filorussa

La narrativa prevalente in questi post suggerisce che la Germania trascuri gli interessi della sua popolazione nel sostenere l'Ucraina. I coordinatori di questa campagna starebbero prendendo di mira l'insoddisfazione esistente tra i tedeschi e tentando di amplificarla, ritiene il ministero tedesco. Gli analisti ritengono che la campagna miri ad alimentare il malcontento e a minare la fiducia nel governo, nelle istituzioni democratiche e nei media. Gli analisti del ministero degli Affari Esteri ritengono che dietro questa campagna, che va avanti dal 2022, ci sia la Russia e crescono le preoccupazioni che un'attività così estesa dei bot sulla piattaforma possa avere un reale impatto sulle future elezioni, sia per il Parlamento europeo che in tre stati federali.

Approfondisci:

Esercitazione Nato: tutti i numeri delle più grandi manovre dalla guerra fredda

Esercitazione Nato: tutti i numeri delle più grandi manovre dalla guerra fredda

Le accuse di Parigi

Nelle stesse ore è arrivata la notizia che Parigi ha identificato una “manovra russa coordinata” per diffondere false informazioni che coinvolgono la Francia, come la presunta presenza di “mercenari” francesi che combattono per Kiev in Ucraina. E ad annunciarlo è stato lo stesso ministero della Difesa francese. “I servizi statali competenti hanno identificato e stanno monitorando una manovra russa coordinata, anche da parte di reti di informazione filorusse e media statali come Sputnik News, RT e Ria Novosti, per diffondere e amplificare queste false informazioni”, ha dichiarato il ministero in un comunicato.