Giovedì 18 Aprile 2024

Il principe Harry: “Il tumore di re Carlo può riunire la famiglia”. E ricomincia a usare il titolo reale

In un’intervista ad Abc, il ‘ribelle’ di casa Windsor ha dichiarato di “amare” la sua famiglia e di essere “grato” per il tempo speso col padre di recente

Whistler (Canada), 17 febbraio 2024 – E se il tumore di re Carlo III si rivelasse la chiave per superare i problemi famigliari che attanagliano i Windsor da diversi anni? Non è la prima volta che questa ipotesi viene a galla, ma a parlarne questa volta è direttamente il principe Harry. Intervistato da Abc News durante il suo sopralluogo nella località canadese di Whistler – una delle sedi dell’edizione 2025 degli Invictus Games, le ‘paralimpiadi’ dei veterani di guerra con disabilità, da lui patrocinati – il secondogenito del sovrano si è detto “grato” di aver potuto incontrare il padre dopo la diagnosi.

Il principe Harry e il cantante Michael Bublé promuovono la prossima edizione degli Invictus Games
Il principe Harry e il cantante Michael Bublé promuovono la prossima edizione degli Invictus Games
Approfondisci:

Harry e Meghan in Canada su jet privato, scoppia la nuova polemica

Harry e Meghan in Canada su jet privato, scoppia la nuova polemica

Ed ecco aprirsi lo spiraglio: “Qualsiasi malattia finisce con l’unire le famiglie – ha dichiarato Harry, aprendo anche all’ipotesi di tornare più spesso in patria per ricongiungersi con i suoi cari –. Mi fermerò (nel Regno Unito ndr) e vedrò la mia famiglia il più possibile”. Il ‘ribelle’ di casa Windsor ha fatto quindi spazio ai propri sentimenti: “Amo la mia famiglia”. 

A eccezione dell’incontro con Carlo all’inizio della scorsa settimana – durato appena 45 minuti, con volo di ritorno il giorno successivo – l’ultimo rientro di Harry a Londra risale all’incoronazione del padre il 6 maggio 2023. L’ultimo vero e proprio soggiorno è stato nel settembre 2022, nel periodo tra la morte e il funerale della nonna Elisabetta II. Ma nonostante la distanza da casa e gli ultimi 4 anni passati perlopiù in California, il principe fa difficoltà a definirsi ‘americano’: “Ho considerato di prendere la cittadinanza, ma non è al top delle mie priorità al momento”. Tuttavia, ha sottolineato di aver “amato ogni singolo giorno” passato negli Stati Uniti.

Nell’intervista, Harry non ha citato né il fratello William né la cognata Kate, in convalescenza dopo un’operazione all’addome che la terrà lontana dagli impegni ufficiali almeno fino a Pasqua. I tre non si sarebbero nemmeno incontrati la scorsa settimana.

Ma nonostante le parole apparentemente riconcilianti, Harry continua a far discutere. Qualche giorno fa il principe e la moglie Meghan Markle hanno ribattezzato il sito che riprende le loro attività benefiche ‘Sussex.com’, violando una delle ‘clausole’ dell’accordo siglato con Elisabetta II per il loro addio ai doveri reali. La regina non aveva ritirato alla coppia il titolo di duchi di Sussex, ma non avrebbero dovuto più utilizzarlo a livello professionale. Pare che la decisione di ‘riappropriarsene’ abbia suscitato l’ira dei funzionari di corte. Ma se la ripresa del titolo fosse invece l’ennesimo segnale di riavvicinamento? 

Approfondisci:

Harry e Meghan, il nuovo sito li fa finire nella bufera

Harry e Meghan, il nuovo sito li fa finire nella bufera