Ankara, 5 febbraio 2020 - Un aereo è finito fuori pista all'aeroporto di Sabiha Gokcen a Istanbul, in Turchia, e si è spaccato in tre parti in fase di atterraggio. Tra le 183 persone (177 passeggeri e 6 membri dell'equipaggio) ci sono 3 vittime e almeno 157 feriti trasportati in ospedale, di cui i due piloti in gravi condizioni. Alcuni dei passeggeri hanno abbandonato il velivolo da soli.

Il volo era in arrivo da Smirne della compagnia turca Pegasus Airlines. E' stata con tutta probabilità la scarsa visibilità, unita alle forti piogge delle ultime ore abbattutesi sulla città di Istanbul, ad aver causato l'uscita dalla pista dell'aereo. La registrazione della conversazione del pilota con la torre di controllo, riportata dai media, confermerebbe le difficoltà nel gestire le varie fasi dell'atterraggio per le avverse condizioni meteo.

Il ministro dei Trasporto turco, Cahit Turan, ha spiegato che uno dei motori si è incendiato. Il tempestivo intervento dei vigili del fuoco ha permesso di spegnere l'incendio prima che quest'ultimo creasse ulteriori danni. L'incidente è avvenuto nell'aeroporto sulla parte asiatica di Istanbul, dove gli atterraggi sono stati sospesi per almeno due ore e gli aerei dirottati sul nuovo aeroporto "Istanbul", operante dallo scorso aprile nella parte europea della città. La procura ha aperto un'indagine sull'accaduto per verificare lecause dell'incidente. 

Istanbul, aereo esce di pista e si spezza in due (Twitter)