Israele, incubo senza fine. “Cellule dormienti di Hamas nel Paese pronte ad agire”

Entreranno in azione se i militari israeliani penetreranno nella Striscia di Gaza per un’operazione di terra

Roma, 8 ottobre 2023 – Incubo senza fine in Israele, dove sarebbero ancora presenti 'due cellule dormienti’ di Hamas pronte ad entrare in azione se i militari israeliani penetreranno nella striscia di Gaza per un'operazione di terra. È quanto si legge in un report di fonti qualificate dal quale emerge anche che l'invasione di alcune zone della Striscia da parte di Tel Aviv è uno scenario che viene dato per scontato. In queste ore del resto circolano già video e immagini di mezzi israeliani che si dirigon verso il confine.

Forze di sicurezza israeliane vicino alla sede della polizia distrutta a Sderot (Ansa)
Forze di sicurezza israeliane vicino alla sede della polizia distrutta a Sderot (Ansa)

Quanto in profondità andrà l'operazione, sottolineano ancora le fonti, dipenderà dall'entità delle perdite provocate dall'attacco di Hamas.

Molti terroristi ancora presenti al Sud

Nel report si sottolinea inoltre che nei territori del sud di Israele vicino alla Striscia di Gaza sarebbero presenti ancora alcuni gruppi di terroristi - più di una dozzina - e che tra gli ostaggi presi di Hamas, oltre a civili israeliani, ci sarebbero anche dei lavoratori asiatici.

Approfondisci:

Attacco Israele, la tragedia degli ostaggi strappati alle famiglie e dei dispersi. Noa, Olga e le altre. Hamas: “Sono in case sicure a Gaza”

Attacco Israele, la tragedia degli ostaggi strappati alle famiglie e dei dispersi. Noa, Olga e le altre. Hamas: “Sono in case sicure a Gaza”

Tensione alle stelle in Cisgiordania

Altri due elementi vengono poi evidenziati, confermando che Israele sarebbe stato colto di sorpresa dal massiccio attacco di Hamas. Il primo riguarda un possibile nuovo fronte di tensioni in Cisgiordania: si sottolinea infatti che i coloni starebbero pensando di vendicarsi attaccando i cittadini palestinesi, con la possibilità concreta che il conflitto si estenda alla West bank.

Il fronte libanese

Il secondo, invece, riguarda il fronte libanese. Al momento la possibilità che possa incendiarsi anche quello è legata ad un ulteriore deterioramento della situazione e alla possibilità che Hamas e la Jihad islamica subiscano gravi perdite. Gli esperti danno inoltre per scontato che Israele tenterà di uccidere i leader delle due formazioni.

L’Egitto

Un punto, infine, riguarda l'Egitto: il Paese sarebbe pronto ad accogliere migliaia di palestinesi in fuga dalle zone di guerra. 

Approfondisci:

Egitto, spari contro un gruppo di turisti israeliani: tre morti e un ferito

Egitto, spari contro un gruppo di turisti israeliani: tre morti e un ferito