Martedì 16 Aprile 2024

Ucraina, Mosca: “Sanzioni? Sfacciata ingerenza prima delle elezioni russe”. Zelensky annuncia nuova controffensiva

Il leader ucraino replica a Trump: “Fine guerra in 24 ore? Venga qui, lo ospito al fronte”. Biden: “Se Putin non paga andrà avanti”. E sollecita la Camera per nuovi aiuti. Il Fmi sta per erogare 880 milioni di dollari. Domani Von der Leyen e Meloni a Kiev. La premier italiana dovrebbe presiedere il G7 dalla capitale ucraina

Roma, 23 febbraio 2024 – Una nuova controffensiva ucraina nella guerra con la Russia. La annuncia ll leader di Kiev Volodymyr Zelensky, intervistato da Fox News alla vigilia del secondo anniversario del conflitto. “Stiamo preparando alcune sorprese” per Putin. Nello stesso colloquio con l’emittente americana il presidente ucraino ha replicato a Donald Trump che ieri aveva ribadito di poter porre fine alle ostilità in 24 ore. “Venga qui, lo ospito al fronte. Non si può fermare questa tragedia e non ci sono due parti, l’unico nemico è Putin”. Zelensky ha invitato sia il tycoon sia il presidente Usa Joe Biden a visitare “la prima linea” affinché vedano “con i loro occhi questa tragedia”. 

Approfondisci:

Kiev: abbiamo distrutto una stazione di Starlink (della SpaceX di Elon Musk) usata dai russi

Kiev: abbiamo distrutto una stazione di Starlink (della SpaceX di Elon Musk) usata dai russi
Una foto di Zelensky in visita al fronte (Ansa)
Una foto di Zelensky in visita al fronte (Ansa)

Proprio oggi è arrivato il via libera alle nuove sanzioni Usa contro la Russia, risposta alla morte di Alexei Navalny. Il nuovo pacchetto si concentrerà sul sistema bancario: Paesi ed enti che sostengono l’invasione russa. Sono 500 i destinatari dei provvedimenti, tra cui i dirigenti del carcere dove è deceduto l’oppositore di Putin. Per l’ambasciatore russo negli Stati Uniti sono “una sfacciata ingerenza di Washington negli affari interni della Russia prima del voto”.  Via libera a nuove sanzioni anche dal Consiglio Ue. Nel mirino 194 fra persone e società. Intanto le autorità di Mosca hanno notificato un ultimatum alla madre dell’oppositore russo: funerali segreti oppure il corpo verrà tumulato all’interno della colonia penale, in Siberia.

Domani a Kiev è attesa la presidente della Commissione Ue Von der Leyen. Ci sarà anche Meloni, che intanto è arrivata in Polonia. Dalla capitale ucraina dovrebbe presiedere con Zelensky il G7 in videoconferenza. 

Segui la diretta qui sotto

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui

18:05
Ulteriori misure Usa contro  la Russia per la morte di Navalny

Gli Stati Uniti prenderanno nuove misure contro la Russia per la morte di Navalny. Lo ha detto il portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale americana, John Kirby, in un briefing con la stampa. 

17:05
Meloni verso Kiev, presiederà il G7

La presidente del Consiglio Giorgia Meloni è arrivata all'aeroporto di Rzeszów, in Polonia. Rzeszów è di consueto la tappa intermedia del viaggio verso Kiev, che viene raggiunta con un treno che parte dal confine tra Polonia e Ucraina. Anche se non ci sono conferme ufficiali, secondo quanto fatto capire dalla stessa premier ieri sera a 'Porta a porta', Meloni dovrebbe presiedere domani da Kiev la prima riunione in video conferenza del G7 a guida italiana. Scopo del summit, ha spiegato, confermare il sostegno dell'Occidente che non deve "dare segnali di stanchezza". All'incontro parteciperà anche il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. 

17:03
Meloni da Biden il primo marzo

Joe Biden riceverà la premier Giorgia Meloni il primo marzo. Lo fa sapere la Casa Bianca. 

16:53
Mosca: "Sanzioni Usa una sfacciata ingerenza prima delle elezioni russe"

Le nuove sanzioni americane "sono un nuovo tentativo sfacciato e cinico di ingerenza negli affari interni della Russia, di obbligarci a rinunciare ai nostri interessi vitali, di dividere la società russa alla vigilia delle elezioni presidenziali". Lo ha detto l'ambasciatore di Mosca negli Stati Uniti, Anatoli Antonov, citato dalla Tass. 

15:59
Ultimatum della Russia alla madre di Navalny

Le autorità russe hanno dato un ultimatum alla madre di Alexei Navalny minacciando che se non accetterà di tenere funerali segreti il suo corpo sarà sepolto nella colonia penale dove è morto. Lo rendono noto la portavoce del team Navalny, Kira Yarmysh, e la moglie Yulia Navalnaya. 

15:58
Tajani: la morte di Navalny ci riporta ai metodi dell'Urss 

"L'aggressione all'Ucraina non è solo il tentativo schiacciare la libertà di un popolo sovrano, è una sfida all'occidente e alla legalità internazionale. E la morte in carcere di Aleksej Navalny ci riporta ai metodi spietati in uso nell'Unione Sovietica". Lo ha affermato il segretario nazionale di Fi Antonio Tajani, nel suo intervento al congresso.

15:38
Olanda firmerà trattato di sicurezza con l'Ucraina

L'Olanda firmerà un trattato decennale di sicurezza con l'Ucraina che prevede supporto militare, assistenza alla ricostruzione e il rafforzamento dei sistemi di difesa informatica: lo ha reso noto il ministro degli Esteri olandese, Hanke Bruins.  "Senza l'aiuto dell'Occidente, l'Ucraina così come la conosciamo cesserà di esistere: la minaccia russa sarà più vicina, mettendo a rischio la stabilità e la sicurezza del nostro continente", ha concluso.

14:26
Von der Leyen domani a Kiev

La presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, sarà domani a Kiev. È quanto si apprende da fonti dell'esecutivo europeo. Von der Leyen sarà nella capitale ucraina nel giorno del secondo anniversario dell'invasione russa.

14:16
Biden: "Se Putin non pagherà prezzo più alto, andrà avanti"

Il presidente americano Joe Biden ha confermato oggi in un comunicato centinaia di nuove sanzioni per garantire che il presidente russo Vladimir Putin "paghi un prezzo ancora più alto per l'aggressione all'Ucraina e la repressione" in Russia.  "Se 
Putin non paga il prezzo della morte e della distruzione che sta diffondendo, andrà avanti", ha avvertito nel comunicato il presidente americano, annunciando un arsenale di misure contro individui legati all'incarcerazione dell'oppositore Aleksei Navalny, la macchina da guerra russa, oltre a un centinaio di enti che aiutano Mosca ad aggirare le sanzioni già in vigore.

13:03
Mosca: "Sanzioni Ue illegali, amplieremo lista di chi non può entrare in Russia"

"L'Unione Europea continua i suoi inutili tentativi di esercitare pressioni sulla Russia attraverso misure restrittive unilaterali: riteniamo che siano illegali" e "risponderemo" ampliando "l'elenco dei rappresentati europei a cui è vietato l'ingresso nella Federazione russa". Lo sottolinea il ministero degli Esteri russo dopo la decisione dell'Unione europea di varare il 13/mo pacchetto di sanzioni contro Mosca. "In risposta a queste azioni ostili, la parte russa ha notevolmente ampliato l'elenco dei rappresentanti delle istituzioni europee e degli Stati membri Ue cui è vietato l'ingresso nel territorio del nostro Stato"

12:05
Biden: "Ucraina sta finendo le munizioni"

"Gli ucraini stanno finendo le munizioni. L'Ucraina ha bisogno di più rifornimenti dagli Stati Uniti per mantenere le loro posizioni di fronte agli implacabili attacchi della Russia, che sono resi possibili da munizioni e armi provenienti da Iran e Corea del Nord", ha dichiarato il Presidente americano Joe Biden, sollecitando la Camera dei Rappresentanti "ad approvare il provvedimento bipartisan di spesa supplementare per la sicurezza nazionale prima che sia troppo tardi". E ha aggiunto che "opporsi fa solo il gioco di Putin".  "La storia ci guarda. Non riuscire a sostenere l'Ucraina in questo momento critico non sarà dimenticato. Ora è il momento di essere forti al fianco dell'Ucraina e essere uniti ai nostri alleati e partner", ha concluso.

10:32
Zelensky lancia nuova controffensiva

"La difesa dell'Ucraina è il compito numero uno. Continueremo con i successi nel Mar Nero. Non entrerò nei dettagli, ma stiamo preparando alcune sorprese per la Russia. Il sud è importante. La difesa dell'est, dove i russi hanno più di 200mila soldati, è molto importante. Naturalmente prepareremo una nuova controffensiva, nuove operazioni. Non rimarremo fermi. Dipende da molte cose". Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in una intervista con Fox news.

09:49
Ue adotta 13esimo pacchetto di sanzioni

"Il Consiglio Ue ha adottato oggi - in vista del secondo anno dall'inizio dell'invasione su larga scala dell'Ucraina da parte della Russia - un tredicesimo pacchetto di misure restrittive nei confronti del regime di Putin, di coloro che sono responsabili di perpetuare la sua guerra di aggressione illegale, non provocata e ingiustificata e di coloro che la sostengono in modo significativo". Lo comunica il Consiglio in una nota. 

09:00
Zelensky risponde a Trump

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un'intervista a Fox News ha invitato l'omologo Usa Joe Biden e il candidato repubblicano Donald  Trump a visitare l'Ucraina e la prima linea affinché vedano con i loro occhi "questa tragedia". Commentando le parole di Trump secondo cui avrebbe posto fine alla guerra in 24 ore, Zelensky ha detto: "Non può risolvere questa tragedia", "ospiterò l'ex presidente Usa in prima linea, potrebbe dire quali sono i suoi pensieri, forse ha qualche idea. Non lo so". Ma "vedrà cosa sta succedendo qui e poi credo che cambierà idea, non ci sono due parti in questa guerra ma un solo nemico, Putin".

07:36
Bambini ucraini sopravvissuti parleranno oggi all'Onu

Un piccolo gruppo di bambini ucraini sopravvissuti alla guerra parlerà oggi a una sessione privata del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Lo riporta il Guardian. Tra coloro che si rivolgono all'organismo Onu, tappa di una visita più ampia negli Stati Uniti, ci sono la 14enne Kira e la 11enne Ilya, della città di Mariupol, conquistata dai russi: la speranza di Biden e Zelensky è che le loro storie personali possano avere un impatto sui repubblicani Usa in un momento in cui un pacchetto di aiuti militari per l'Ucraina è in stallo alla Camera.

Il procuratore generale dell'Ucraina stima che 528 bambini siano stati uccisi dall'inizio dell'invasione e 2.134 siano dispersi. Si ritiene che altri 19.500 siano stati rapiti e portati in Russia, e che alcuni siano stati rieducati con la forza con una “educazione patriottica e militare a favore della Russia”, secondo un report degli Stati Uniti.

07:32
Due anni di guerra, Putin omaggia gli "eroi del popolo" russo

In un video messaggio diffuso dalla presidenza russa, Vladimir Putin si è congratulato con gli “autentici eroi del popolo” che combattono in Ucraina alla vigilia del secondo anniversario del conflitto. “In questi anni, i complessi militari e industriali hanno moltiplicato sia la produzione di armi che le forniture alle truppe”, ha detto il capo del Cremlino.

07:26
Von der Leyen: "L'Europa vive nella coraggiosa lotta ucraina"

"Negli ultimi due anni siamo venuti a Kiev per portare il sostegno e la solidarietà europea. Ma non abbiamo portato lo spirito dell'Europa, perché è già lì. L'Europa vive nella coraggiosa lotta di questa nazione per la libertà. Slava Ukraini (Gloria all’Ucraina, ndr)". Lo scrive su X la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.

 

07:15
Raid russo nel Dnipropetrovsk: 3 morti e 8 feriti. Kiev distrugge 23 droni

Nella regione di Dnipropetrovsk, almeno otto persone sono rimaste ferite dopo che un drone ha colpito un edificio residenziale di nove piani, secondo i funzionari locali. Altre 3 persone sono morte. L'esplosione ha distrutto diversi appartamenti e le operazioni di ricerca sono ancora in corso. L’aeronautica ucraina ha dichiarato di aver distrutto durante la notte 23 dei 31 droni Shahed di fabbricazione iraniana rilevati sulle regioni di Odessa, Mykolaiv, Poltava, Dnipropetrovsk e Kharkiv.

07:00
Zelensky: "Non firmeremo accordi sul modello di Minsk"  

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky non intende firmare alcun accordo simile a quelli di Minsk, che miravano a stabilizzare la situazione in Ucraina: "Non vogliamo ripetere gli accordi di Minsk. Non crediamo in nuovi conflitti congelati", ha detto Zelensky in un'intervista a Fox News. Il Protocollo di Minsk fu un accordo finalizzato a raggiungere l'immediato cessate il fuoco e a porre fine al conflitto nel Donbass, raggiunto il 5 settembre 2014.

"Non è una situazione di stallo. Infatti, la situazione nell'est è molto complicata, mancano alcune armi, loro (i russi) hanno la superiorità aerea, superiorità in termini di forze sul campo", ha sottolineato parlando del conflitto e ricordando ai partner occidentali la necessità di armi. Il presidente ucraino ha aggiunto che Kiev intende lanciare un'altra controffensiva, ma non ha rivelato dettagli specifici.

 

06:53
Attacchi russi a Odessa e Dnipro: 3 morti e diversi feriti

Droni e missili russi hanno colpito nella notte la città occidentale di Odessa e Dnipro, in Ucraina orientale, provocando tre morti e diversi feriti. Lo hanno riferito le Forze di difesa di Kiev su Telegram, come riporta Ukrinform

Continuano i bombardamenti in Ucraina
Continuano i bombardamenti in Ucraina
06:09
Fmi: 880 milioni di dollari all'Ucraina

Il Fondo monetario internazionale erogherà 880 milioni di dollari all'Ucraina nella terza fase di un pacchetto di aiuti da 15,6 miliardi di dollari approvato lo scorso anno mentre Kiev combatte l'invasione russa. Lo stanziamento, annunciato quasi due anni esatti dopo che l'invasione russa, deve ancora essere approvato dal comitato esecutivo del Fondo monetario internazionale. “I risultati del programma sono stati ottimi nonostante le sfide della guerra”, ha detto Gavin Gray, capo di un team del Fmi che ha incontrato recentemente i funzionari ucraini a Varsavia. Il team ha valutato gli obiettivi fissati un anno fa, quando è stato approvato il pacchetto quadriennale di aiuti. “Le autorità hanno soddisfatto tutti i criteri quantitativi di prestazione tranne uno - una piccola perdita di entrate fiscali a causa dei blocchi alle frontiere - e tutti e quattro i parametri strutturali previsti per la revisione”, ha affermato Gray. Il gruppo del Fmi ha affermato che l'Ucraina avrà bisogno di 486 miliardi di dollari per ricostruirsi dalla guerra.

06:00
Vicepremier Ucraina: "Europa e Usa facciano la loro parte"

Gli americani e gli europei non stanno facendo "la loro parte" nella guerra in Ucraina. L'accusa viene dalla vicepremier di Kiev, Irina Vereschuk, in un'intervista pubblicata oggi dal Corriere della Sera. "Noi abbiamo fatto la nostra parte. Ora ci attendiamo che l’Europa faccia la sua", dice Vereshchuk, la quale ammette di cogliere "stanchezza tra la gente che lotta per la sua vita e per il nostro Stato", ma rivendica la resistenza all'attacco russo. "Noi abbiamo fatto bene la nostra parte. Sono gli europei e gli americani che adesso non fanno la loro. Ora sta cominciando una nuova fase della guerra", ha aggiunto.
 

05:30
Sanzioni Usa contro la Russia: anunciate per oggi

La Casa bianca ha annunciato che oggi saranno annunciate sanzioni "importanti" contro la Russia, in risposta alla morte in carcere dell'oppositore russo Alexei Navalny, ma anche per ricordare i due anni trascorsi dall'invasione dell'Ucraina. Lo segnala l'agenzia di stampa France Presse. Gli Stati Uniti annunceranno nuove sanzioni contro la Russia, prendendo di mira più di 500 entità legate ai "suoi sostenitori e alla sua macchina da guerra", ha detto all'Afp un portavoce del Dipartimento del Tesoro americano. "Questa sarà la tranche più grande dall'inizio dell'invasione dell'Ucraina da parte di Putin", ha continuato, sottolineando che queste sanzioni saranno adottate sia dal Dipartimento del Tesoro che dal Dipartimento di Stato.

Vladimir Putin con il presidente della Vtb Bank, Andrei Kostin
Vladimir Putin con il presidente della Vtb Bank, Andrei Kostin