Lunedì 20 Maggio 2024

Zelensky: “Stiamo finendo i missili”. Droni sulla centrale nucleare di Zaporizhzhia, Mosca: “È un attacco di Kiev”

Kharkiv ancora sotto attacco. Allarme di Kuleba: “Le bombe guidate russe ci stanno spazzando via”. Intanto proseguono gli attacchi dell’esercito di Mosca: colpita anche la regione di Sumy. Il presidente ucraino: “La Turchia da sola non basta come mediatore”. “Kiev ceda terreno alla Russia”, il piano di Trump post-guerra

Kiev, 7 aprile 2024 – Una nuova ondata di attacchi è stata lanciata nella notte dalla Russia contro l'Ucraina. Ukrainska Pravda riferisce che tre persone sono rimaste ferite in un raid con i droni a Kharkiv, la seconda città più importante del Paese negli ultimi giorni martellata dai russi. Si tratta di due uomini di 87 e 62 anni e di una donna di 64. Lo Stato Maggiore di Kiev, in un nuovo rapporto, ha indicato che tutti i 17 droni di tipo Shahed utilizzati dalla Russia per attaccare l'Ucraina nelle scorse ore sono stati "abbattuti". Secondo fonti di Mosca invece Kiev avrebbe lanciato droni contro la centrale nucleare di Zaporizhzhia, controllata dai russi. Anche l’Aiea conferma l’attacco, avvenuto mentre esperti dell’agenzia stavano effettuando un sopralluogo nell’impianto.

Approfondisci:

Il generale Budanov in pressing sulla Germania per i missili ‘intelligenti’ Taurus: ecco perché possono essere la svolta

Il generale Budanov in pressing sulla Germania per i missili ‘intelligenti’ Taurus: ecco perché possono essere la svolta
Continuano gli attacchi russi in Ucraina
Continuano gli attacchi russi in Ucraina
Approfondisci:

Ucraina, arrivano i droni Sokol-300 capaci di volare più di 3.000 chilometri. Kiev non aspetta la tempesta perfetta

Ucraina, arrivano i droni Sokol-300 capaci di volare più di 3.000 chilometri. Kiev non aspetta la tempesta perfetta

Intanto il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, lancia l’allarme: “I soldati ucraini vengono attaccati in modo massiccio e direi anche di routine da bombe aeree guidate (russe, ndr) che spazzano via le nostre posizioni”, le parole di Kuleba al Financial Times. Secondo funzionari della difesa di Kiev, dall'inizio dell'anno le forze russe hanno lanciato contro il Paese circa 3.500 bombe aeree guidate, con un aumento di 16 volte rispetto all'intero 2023. Solo nella terza settimana di marzo, la Russia “ha lanciato oltre 700 bombe aeree guidate”, ha precisato di recente il presidente Volodymyr Zelensky.

Le notizie in diretta

16:46
"Kiev ceda terreno alla Russia", il piano di Trump per il fine guerra 

Premere su Kiev affinché ceda la Crimea e la regione di confine del Donbass alla Russia. È questo il piano segreto di Donald Trump per mettere fine alla guerra fra Ucraina e Russia. Lo riporta il Washington Post citando alcune fonti, secondo le quali l'ex presidente ritiene che sia la Russia sia l'Ucraina "vogliono salvare la faccia e avere una via di uscita". L'ex presidente è convinto anche che per alcune aree dell'Ucraina andrebbe bene essere parte della Russia.

14:06
Zelensky: "Se il Congresso Usa non ci aiuta perderemo la guerra"

Il presidente ucraino ha avvertito che il suo Paese perderebbe la guerra contro la Russia se l'aiuto americano di 60 miliardi di dollari, voluto da Joe Biden, restasse bloccato al Congresso a causa dell'opposizione dal campo repubblicano che sostiene Donald Trump. "Se Congresso non aiuta l'Ucraina, l'Ucraina perderà la guerra", ha dichiarato Zelensky durante uno scambio di videoconferenza con gli ambasciatori della piattaforma governativa di raccolta fondi United24. 

13:13
Aiea conferma attacco a Zaporizhzhia

L'attacco con droni alla centrale di Zaporizhzhia viene confermato dall'Aiea (Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica). Esperti dell'Aiea stavano effettuando un sopralluogo di routine quando i droni hanno colpito la zona. 

12:00
Russia: droni ucraini contro centrale di Zaporizhzhia

 "Droni ucraini hanno attaccato la centrale nucleare di Zaporizhzhia", controllata dai russi, "danneggiando un camion parcheggiato vicino alla mensa": lo riferisce Interfax citando le autorità dell'impianto. 

11:57
Russia, stato di emergenza per diga crollata nell'Orenburg

La Russia alle prese anche con problemi interni extra conflitta: Mosca ha dichiarato lo stato di emergenza nell'oblast di Orenburg, dopo la rottura della diga di Orsk che ha causato lo sgombero di oltre 4mila persone: lo ha reso noto l'agenzia di stampa russa Tass.  Le autorità russe hanno aperto un'inchiesta per "negligenza e violazione delle regole di sicurezza nella costruzione" della diga, eretta nel 2014.

10:19
Kiev: tre morti per attacchi russi nella regione di Zaporizhzhia

Gli attacchi russi hanno ucciso tre persone nella regione di Zaporizhzhia. Lo ha reso noto il governatore dell'oblast di Zaporizhzhia, Ivan Fedorov, in riferimento agli attacchi russi che hanno colpito la regione sud-orientale dell' Ucraina sabato sera.

09:32
Kiev: "Kharkiv è di nuovo sotto il fuoco russo"

Nuovo bombardamento questa mattina su alcuni quartieri del centro della città orientale di Kharkiv, martellata da settimane dall'esercito russo: "La città è sotto il fuoco. Due esplosioni", ha scritto il sindaco su Telegram, citato da Rbc-Ukraine. Ci sono feriti. Kharkiv è la seconda città del Paese per estensione e importanza, non è mai caduta in mani russe nonostante fosse uno dei principali obiettivi iniziali del conflitto.

08:24
Drammatico appello di Zelensky: "Stiamo finendo i missili"

"La difesa aerea si sta esaurendo, se i russi continuano a colpire l'Ucraina ogni giorno come hanno fatto nell'ultimo mese, potremmo rimanere senza missili, e i nostri partner lo sanno". Lo ha detto ieri sera alla tv nazionale Volodymyr Zelensky, lanciando il più drammatico avvertimento dopo settimane di incessanti attacchi dell'esercito del Cremlino. Il presidente ucraino ha aggiunto che è necessario mobilitare 300mila persone entro il primo giugno, ma non è sicuro che si riuscirà a farlo.

07:41
Missione di Lavrov in Cina

Il capo della diplomazia russa, Sergei Lavrov, sarà in visita in Cina l'8 ed il 9 aprile. Lo ha indicato il ministero degli Esteri di Mosca, precisando che durante la missione Lavrov avrà colloqui con il suo omologo cinese, Wang Yi. 

07:40
Zelensky: "Turchia da sola non basta come mediatore"

 Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky - che ha detto di contare su un vertice per la pace, che si terrà in Svizzera in una data da concordare a breve - ha aggiunto che la mediazione della Turchia per la guerra da sola non basta. "Vogliono fare i mediatori. Ma il presidente Erdogan lo sa... Gli sono grato per tutto, ma deve sapere che la Turchia da sola non ci basta come mediatore. Per noi, il formato del vertice di pace è migliore", ha detto Zelensky, rilanciato da Ukrainska Pravda.

07:38
Kiev: attacchi russi nella regione di Sumy

Le forze russe hanno colpito nove comunità nell'oblast di Sumy nord-orientale dell'Ucraina in 21 attacchi separati nel corso della giornata di ieri. Lo ha riferito l'amministrazione regionale ucraina secondo quanto riporta "The Kyiv Independent". Nelle ultime 24 ore sono state segnalate quasi 80 esplosioni nell'oblast di Sumy. Sono state prese di mira le comunità di Khotin, Yunakivka, Bilopillia, Kransopillia, Velyka Pysarivka, Boromlia, Shalyhyne, Seredyna-Buda e Svesa. Per tutta la giornata di ieri - sempre secondo quanto scrive "The Kyiv Independent" - la Russia ha colpito i territori di confine con attacchi di mortai, artiglieria e lanciagranate. Non sono state segnalate vittime o danni alle infrastrutture civili.