Venerdì 24 Maggio 2024

Bruciano ancora le centrali elettriche in Ucraina: centinaia di località al buio

Nuovi attacchi alle infrastrutture energetiche del Paese che resta senza luce. Disagi anche nell’approvvigionamento idrico. Difesa russa: droni di Kiev su Rostov. Peskov (Cremlino): dall’Ucraina nessuna disponibilità al dialogo. Fbi, Wray: temo attacco simile a quello della sala concerti a Mosca negli Usa

Roma, 12 aprile 2024 – Nella notte i droni Shahed dei russi hanno colpito le infrastrutture energetiche di Odessa, Mykolayiv, Kherson e Dnipropetrovsk. Lo ha detto l’addetta stampa del Comando meridionale ucraino, Natalia Gumeniuk al notiziario televisivo nazionale. L’aeronautica militare ucraina ha riferito del lancio da parte dell’esercito nemico, ieri sera, di un totale di 17 droni Shahed kamikaze, di cui 16 sono stati abbattuti. Ieri a Kharkiv, 200mila famiglie sono rimaste senza elettricità. Attualmente sono centinaia le località rimaste al buio e dove si registrano problemi nell’approvvigionamento idrico. 

La strategia utilizzata dalla Russa è stata recentemente definita di "guerra di logoramento”, ovvero provocare il collasso interno dell’Ucraina per poi installare un “governo fantoccio” a Kiev: sarebbe questo il piano della Russia secondo l’analisi di un alto funzionario di un servizio di intelligence alleato. 

Zelensky si appella a Ue e Usa. "Gli ucraini ci stanno dicendo: aiutateci a superare il 2024, e saremo in grado di riprendere la controffensiva nel 2025", hanno spiegato fonti governative francesi citate da Le Figaro.

Intanto, il ministero della Difesa russo ha affermato che le sue forze, nella notte, hanno abbattuto quattro droni sull'oblast di Rostov e uno sull'oblast di Belgorod.

Approfondisci:

Bombe guidate russe: il micidiale kit UMPB D-30SN viene integrato ai vecchi ordigni sovietici

Bombe guidate russe: il micidiale kit UMPB D-30SN viene integrato ai vecchi ordigni sovietici

Kiev, distrutta centrale elettrica vicino alla capitale (Ansa)
Kiev, distrutta centrale elettrica vicino alla capitale (Ansa)

Approfondisci:

Guerra in Ucraina, la Germania invierà un nuovo sistema di difesa Patriot. Aiea: “Spenti a freddo tutti i 6 reattori di Zaporizhzhia”

Guerra in Ucraina, la Germania invierà un nuovo sistema di difesa Patriot. Aiea: “Spenti a freddo tutti i 6 reattori di Zaporizhzhia”

Segui qui la diretta 

Se vuoi iscriverti al canale Whatsapp di Qn clicca qui

16:18
Libro dell'ex consigliera Fiona Hill: "Trump pensava che l'Ucraina dovesse essere russa" 

L'ex consigliera Fiona Hill in un nuovo libro ha messo nero su bianco che Donald Trump, quando era presidente, "mise in chiaro" che secondo lui l'Ucraina "deve far parte della Russia". Si legge anche: "Pensava che l'Ucraina, e certamente la Crimea, dovessero far parte della Russia".
 

16:17
Olanda: un miliardo di euro in più per Kiev

"Quest'anno i Paesi Bassi stanzieranno un miliardo di euro in più per il sostegno militare all'Ucraina. Questo si aggiunge ai due miliardi di euro che erano già stati concordati", ha annunciato il premier uscente Mark Rutte su X. Aggiungendo: "È stato inoltre deciso che metteremo a disposizione tre miliardi di euro per il sostegno militare del prossimo anno".
 

16:17
Belgio: Mosca ha pagato politici per influenzare elezioni Ue

Il premier belga Alexander De Croo, a proposito dell'inchiesta aperta della procura belga su un sistema di pagamenti in contanti che prende di mira i politici di tutta Europa, compreso il parlamento europeo a Bruxelles, ha affermato che Mosca ha pagato per diffondere la propaganda del Cremlino e sostenere l'elezione del maggior numero di eurodeputati filorussi al voto in programma a giugno. 

13:29
Mosca convoca ambasciatore francese

 La Russia ha convocato l'ambasciatore francese per protestare contro recenti dichiarazioni del ministro degli Esteri Stéphane Séjourné, ritenute "inaccettabili". Lo ha reso noto il ministero degli Esteri di Mosca. Il riferimento è alle parole pronunciate lunedì dal capo della diplomazia francese, secondo cui Parigi "non è più interessata" a discutere con Mosca. "L'ambasciatore francese è stato informato del carattere inaccettabile di tali dichiarazioni, che non hanno nulla a che fare con la realtà", si legge in una nota del ministero russo.

12:25
Kiev: centinaia di località al buio dopo i raid russi alle centrali

In Ucraina 399 insediamenti sono rimasti senza elettricità stamane, in seguito all'ultima serie di raid russi. Lo ha reso noto la compagnia statale Ukrenergo, spiegando che blackout si sono verificati negli oblast di Dnipropetrovsk, Donetsk, Sumy, Kharkiv e Kherson. L'operatore ha chiesto di limitare l'uso degli apparecchi che consumano energia dalle 19 alle 21, per alleggerire un pò la rete. Il governatore di Kherson Roman Mrochko, secondo quanto riporta Unian, ha denunciato che tutta la parte dell'oblast non occupata dai russi è senza elettricità e si registrano anche problemi per approvvigionamento idrico. 

11:09
Peskov (Cremlino): da Kiev nessuna disponibilità al dialogo

L'Ucraina non sta dimostrando al momento alcuna disponibilità al dialogo con la Russia: lo ha dichiarato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, citato dall'agenzia Ria. Peskov ha sottolineato come il divieto imposto dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky alle trattative con Mosca sia "ancora in vigore", e ha definito "irrazionale" la conferenza di pace organizzata in Svizzera senza la partecipazione russa.  Il portavoce del Cremlino ha inoltre ribadito che il presidente russo ha confermato la propria disponibilità al dialogo, sulla base della bozza di accordo sottoscritta a Istanbul.  Infine, Peskov ha reso noto come continuino i tentativi di interferire negli affari interni russi, aggiungendo che le autorità stanno adottando le misure necessarie per garantire la massima sicurezza nel Paese.

09:37
Belgio: aperta indagine su reti di propaganda russa 

"Il nostro procuratore federale ha avviato un'indagine" sulle reti di propaganda russa stroncate dai servizi di intelligence belgi e cechi "che si basa su un rapporto declassificato che i nostri servizi hanno reso noto l'altro ieri". Lo ha annunciato il primo ministro belga Alexander De Croo in conferenza stampa. Lo stesso premier nei giorni scorsi aveva denunciato le interferenze russe che avrebbero coinvolto alcuni europarlamentari

08:56
Kiev alla Francia: aiutateci a superare il 2024, controffensiva nel 2025

L'Ucraina ha chiesto alla Francia di aiutare le forze di Kiev a mantenere le posizioni in modo da poter lanciare una nuova controffensiva nel 2025: è quanto pubblica il quotidiano francese Le Figaro, citando fonti governative di Parigi. "Gli ucraini ci stanno dicendo: aiutateci a superare il 2024, e saremo in grado di riprendere la controffensiva nel 2025", hanno spiegato le fonti.

07:20
Ucraina: nuovi attacchi russi alle centrali al sud 

 La Russia è tornata a puntare nei suoi consueti attacchi notturni sulle infrastrutture energetiche dell'Ucraina meridionale: lo ha detto al notiziario televisivo nazionale l'addetta stampa del Comando meridionale ucraino, Natalia Gumeniuk. In particolare, ha spiegato, sono stati attaccati con i droni Sahed gli impianti del sistema energetico nelle regioni di Odessa, Mykolayiv, Kherson e Dnipropetrovsk con i droni Shahed. I frammenti di uno dei droni intercettati sono caduti in un'infrastruttura a Dnipropetrovsk. L'impatto ha provocato un incendio negli impianti, ha spiegato Gumeniuk. L'aeronautica militare ucraina ha riferito del lancio, ieri sera, da parte della 
Russia, di un totale di 17 droni Shahed kamikaze, di cui 16 sono stati abbattuti dalle difese aeree ucraine sul territorio delle regioni di Khmelnytskyy e Vinitsa, nell'Ucraina occidentale, oltre alle aree citate dalla portavoce

06:45
Mosca: attacchi di droni di Kiev su Rostov 

Il ministero della Difesa russo ha affermato che le sue forze hanno abbattuto quattro droni sull'oblast di Rostov e uno sull'oblast di Belgorod nella notte del 12 aprile. Nella regione di Rostov, i droni sono stati abbattuti alle 3,10 ora locale sulla città mineraria di Novoshakhtinsk, ha affermato il governatore regionale Vasily Golubev, aggiungendo che non sono state registrate vittime o danni a seguito dell'attacco. 

06:00
Fbi, Wray: temo attacco simile a quello di Mosca 

L'FBI è preoccupata per la possibilità che un attacco simile a quello nella regione di Mosca contro il Crocus City Hall possa verificarsi negli Stati Uniti. A dichiararlo è il direttore dell'agenzia statunitense, Christopher Wray, nelle note preparate per la sua audizione alla Camera dei Rappresentanti.  Il capo dell'FBI teme "un potenziale attacco coordinato qui in patria, simile all'attacco ISIS-K che abbiamo visto nella Concert Hall russa un paio di settimane fa".