Mercoledì 24 Luglio 2024
PAOLO GIACOMIN
Esteri

Elezioni in Francia: la destra all’arrembaggio. E sembra quasi uno scenario italiano

Oggi il primo turno delle legislative, Marine Le Pen verso la vittoria. Affinità e divergenze (semiserie) tra noi e i cugini d’Oltralpe

Roma, 30 giugno 2024 – Affinità e divergenze semiserie tra i cugini e noi. C’è un francese di estrema destra che ambisce a essere primo ministro, ma solo se avrà la maggioranza assoluta. C’e Monsieur X, premier per i francesi riuniti a gauche nel Nouveau Front Populaire a trazione marxista. C’è il primo ministro francese, travolto dalla dissolution di Macron, che rischia di guardare gli altri umarells giocare alla pétanque.

Approfondisci:

Elezioni in Francia, Parigi attende i risultati. “In Italia avete scelto Meloni, perché Bardella no?”

Elezioni in Francia, Parigi attende i risultati. “In Italia avete scelto Meloni, perché Bardella no?”
Marine Le Pen, 55 anni, ed Emmanuel Macron, nato nel 1977
Marine Le Pen, 55 anni, ed Emmanuel Macron, nato nel 1977

Il primo è Jordan Bardella, guida il Rassemblement National ed è l’ enfant prodige di Marine Le Pen. Non è direttamente candidato, sarà indicato primo ministro e dice che farà cose di destra. Il secondo per ora è ignoto ma – dal portavoce Bompard al socialista Faure, da Mélenchon de La France Insoumise, al moderato Glucksmann – a sinistra dicono idee di sinistra. Il terzo, Gabriel Attal, assicura che nessuno manterrà le promesse per mancanza di soldi. Déjà vu.

Approfondisci:

Elezioni in Francia 2024, quando sapremo i risultati. Instant poll: Le Pen sopra il 36%

Elezioni in Francia 2024, quando sapremo i risultati. Instant poll: Le Pen sopra il 36%

Primo turno

Oggi i francesi votano al primo turno. Il Rn e i suoi alleati, i Républicains guidati da Eric Ciotti in rotta con i gollisti, sono in vantaggio. Secondo, il Nouveau Front Populaire. Terzo Ensemble di Attal-Macron. Secondo turno il 7 luglio, poi rien ne va plus.

Spigolature

1) Macron resta all’Eliseo fino al 2027. Si profila la coabitazione, dopo Mitterrand-Chirac (’86-’88), Mitterrand-Balladour (’93-’95), Chirac-Jospin (’97-2002). C’è chi osa scenari tecnici stile Monti e Draghi.

2) Spaccati Les Républicains: il presidente Ciotti si è schierato con Rn, i gollisti lo hanno ‘dimissionato’. Bardella gli ha assicurato un ruolo al top: chance da primo ministro? A sinistra, il moderato Glucksmann è più vicino a Macron che all’Nfp su Ucraina e Israele. Una bouillabaisse.

3) La maggioranza all’assemblea legislativa è di 289 seggi. Al secondo turno accede chi ottiene almeno il 12,5% degli elettori iscritti alle liste del collegio. Noi ammiriamo la stabilità del semipresidenzialismo francese, loro guardano all’Italia. Previsioni? Come pisser dans le violon: fare pipì dentro un violino.

Pensioni

Macron ha innalzato l’età da 62 a 64 anni. Bardella e la gauche tornerebbero indietro. In Italia sarebbero pensioni anticipate. Travailler stanca.

Ucraina

Cinquanta sfumature di Kiev. Napoleone Macron ha aperto all’invio di soldati francesi. Per Bardella è la linea rossa da non attraversare. Marine Le Pen la sgancia: la carica di capo delle forze armate del presidente della Repubblica, in caso di coabitazione, è solo onorifica. Un po’ pochette.

Argent de poche

Bardella: sarò "il primo ministro del potere d’acquisto". Battaglia a colpi di Iva, tasse e caro bollette. Per la sinistra, la destra favorisce i ricchi. Per i macroniani e la destra, la gauche manderà all’aria il bilancio dello Stato. Far quadrare promesse e conti? Vaste programme, direbbe de Gaulle.

Made in France

Bardella ci punta (anche gli altri: grandeur e cuisine sono sacre). A B.B. si risponde con Lollobrigida. Non finirà a macarons e champagne.

Olimpiadi

La fiamma (olimpica) sarà accesa il 26 luglio. Le Jeux sono la prima sfida per il nuovo governo. L’importante, ora, è vincere e non partecipare. De Coubertin stai sereno.

Fascismo, antifascismo

Gli esami non finiscono mai, Non c’è aria di cordone sanitario repubblicano contro Le Pen. Si paventano disordini, si moltiplicano gli appelli a difesa di liberté , égalité e fraternité.

Antisemitismo e odio razziale

Attal accusa Rn di antisemitismo, razzismo e omofobia. La sinistra accusa Rn di fomentare l’odio razziale, La France Insoumise di Jean-Luc Mélenchon è accusata di antisemitismo. Bardella si schiera con la comunità ebraica, afferma che riconoscere lo Stato palestinese è riconoscere lo Stato terroristico di Hamas. Ottiene l’endorsement dei Klarsfeld, padre e figlio. Avvocati e cacciatori di nazisti…

Immigrazione e sicurezza

Mélenchon tifa per la creolizzazione. Rn vuole abolire lo ius soli – se nasci in Francia, sei cittadino francese – pilastro della République, patria dei diritti dell’uomo. Bompard rinfaccia a Bardella le origini italiane: se i tuoi predecessori politici avessero fatto ai tuoi predecessori quello che dici, non saresti qui. Au revoir alla frontiera Menton-Ventimiglia.

L’Europa

Le Monde ha notato che noi abbiamo ottenuto 200 miliardi di euro dal Pnrr, la Francia solo 40. A chiagne e fotte non ci batte nessuno, nomine europee a parte.

Paris, Texas

Allarme cultura, BoBo spaventati da "cosa è successo in Italia" temono una nouvelle vague alla (San)Julienne.

Armocromia

Bleu presidenziale dominante. Bardella indossa camicie bianche con collo all’italiana (ahiahiahi!). Gabriel Attal camicie bianche con collo alla francese (oh la la!).

Parita di genere

Noi abbiamo Giorgia ed Elly, loro i moschettieri. Gli inaciditi dicono che tre galletti non fanno una Le Pen. Cherchez la femme.

Strategie

Mélenchon ne ha una sola: quella che passa da lui. Attal vuole sfilargli i moderati. Bardella ‘melonizzato’ per sedurre gli elettori centristi stufi di Macron. Da Allons enfants a ‘Regà, arzateve’.