Lunedì 15 Aprile 2024

Ucraina, Macron insiste: “Forse serviranno operazioni sul terreno”. Tajani: “Nessun intervento dei soldati italiani”

Continuano i combattimenti nelle località russe al confine con l’Ucraina mentre proseguono le elezioni presidenziali e tiene banco la questione “truppe Nato a Kiev”

Roma, 16 marzo 2024 – Mentre in Europa tiene banco la questione “truppe Nato in Ucraina” con le dichiarazioni di Macron (“In Ucraina forse serviranno operazioni sul terreno”) e la discussione della fornitura di armi a lungo raggio al governo di Kiev, in Russia sono in corso le elezioni presidenziali (si concluderanno. dopo 3 giorni, domenica) che dovrebbero segnare un plebiscito a favore di Putin (con tensioni ai seggi). 

Gli attacchi a Belgorod
Gli attacchi a Belgorod

E continuano i combattimenti che nella ultime ore hanno interessato anche il territorio russo, in particolare a Kursk e Belgorod dove si sono registrati anche dei morti. Tutto questo in un quadro nel quale il presidente russo, gli scorsi giorni, ha detto che Mosca è pronta a usare la bomba atomica se verrà messa in discussione l’integrità del proprio territorio.

20:36
Macron: in Ucraina forse serviranno operazioni sul terreno

 "Può darsi, che a un certo momento - non me lo auguro e non prenderò io l'iniziativa - bisognerà portare avanti operazioni sul terreno, quali che siano, per far fronte alle forze russe. La forza della Francia, è che noi possiamo farlo": lo ha detto, parlando con i giornalisti di Le Parisien, il presidente francese, Emmanuel Macron, rientrando in aereo da Berlino dopo l'incontro con il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, e il premier polacco, Donald Tusk. Citato da Le Parisen nel suo numero in edicola domani, Macron ha detto: "Come si fa a dire che la Russia non può vincere la guerra e porsi dei limiti a priori, mentre è la Russia che si assume la responsabilità dell'escalation, che gestisce l'ambiguità, la mancanza di limiti e la minaccia?". Il presidente francese, a detta dei giornalisti presenti, non si sente affatto solo in Europa: "Molti paesi in Europa, e non fra i minori - ha detto - sono totalmente sulla nostra linea". 

15:19
Autorità russe: al voto più del 50% degli aventi diritto

Secondo la Commissione elettorale russa, alle 16:15 ora di Mosca il 50,01% degli aventi diritto ha votato alle elezioni presidenziali. 4,7 milioni di persone avrebbero votato via web.

12:52
Protesta ai seggi: messaggi "governativi" su Telegram

Un monito anonimo è stato spedito sulle app di messaggistica Telegram e Signal di molti fra coloro che pianificavano di partecipare alla protesta di domani, di recarsi ai seggi a mezzogiorno, come proposto da Aleksei Navalny prima di morire, e da Yulia Navalnaya. "Indipendentemente dal fatto che sostiene le idee delle organizzazioni estremiste, siamo contenti che voterai a 
Mosca", si legge nel messaggio in cui si invita a partecipare al voto "in modo calmo" e "senza code o provocazioni". Alcune delle persone che lo hanno ricevuto, ne hanno inviato una foto al sito di notizie indipendente Meduza.

11:30
Lavrov: "Questione Crimea e Sebastopoli chiuse da tempo. Sono russe"

La Crimea e Sebastopoli sono parte integrante della Russia, la questione della loro proprietà è chiusa per sempre: lo ha sottolineato il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov in un video messaggio dedicato al 10 anniversario di quella che in Russia va sotto il nome di Primavera della Crimea, ovvero l'annessione della penisola ucraina. "La questione della proprietà della Crimea e di Sebastopoli e' chiusa. La penisola e' parte integrante della Federazione Russa", ha detto Lavrov.

11:19
Ventuno morti per attacco russo a Odessa

Si aggrava il bilancio dell'attacco russo su Odessa: i morti sono 21 dopo il decesso di un altro operatore del servizio di emergenza rimasto ferito durante l'attacco missilistico.  L`attacco alle infrastrutture civili è stato il più mortale della Russia nelle ultime settimane dopo che Mosca ha recentemente aumentato i suoi attacchi sulla città portuale. Si contano anche 75 feriti.

11:05
Chiusi per sicurezza i centri commerciali nella regione di Belgorod

Nella regione russa di Belgorod, sottoposta da giorni a pesanti bombardamenti ucraini, le autorità hanno deciso di tenere chiusi oggi e domani, domenica, i centri commerciali, mentre le scuole rimarranno chiuse lunedì e martedì. Lo ha annunciato sul suo canale Telegram il governatore, Vyacheslav Gladkov.

09:43
Mosca: "Percentuali altissime di voto" nelle zone ucraine occupate dai russi

I dati ufficiali per le presidenziali in Russia riferiscono di percentuali altissime di votanti nelle parti delle quattro regioni ucraine occupate dai russi al termine della prime delle tre giornate di voto. Secondo l'agenzia Ria Novosti, nella regione di Donetsk ha votato oltre il 69% degli aventi diritto, in quella di Lugansk il 36%, in quella di Zaporizhzhia il 55% e in quella di Kherson quasi il 69%. Nelle quattro regioni le operazioni di voto erano in corso già dal 25 febbraio. 

09:36
Russia: "L'intelligence ucraina ha violato il sistema di voto elettronico"

L'intelligence militare ucraina ha violato il sistema di voto elettronico delle elezioni russe e condotto cyber attacchi contro i servizi informatici del partito Russia unita che sostiene il presidente russo Vladimir Putin. Lo scrive Ukrinform citando fonti dei servizi militari di Kiev.  "Il sito web dei servi statali russi non funziona. Il sistema di voto mente. Gli specialisti informatici dell'intelligence militare ucraina hanno aggirato tutti i sistemi di protezione. Andremo avanti fino alla fine delle votazioni", riferiscono le fonti di Ukrinform, aggiungendo che vi sono attacchi informatici anche contro Russia Unita.  Il partito vicino a Putin ha intanto denunciato un attacco "su larga scala" a tutti i suoi servizi elettronici. Il canale Telegram di Russia Unita ha riferito che, per garantire il funzionamento delle infrastrutture critiche dei suoi servizi digitali, è stato necessario sospendere alcune "risorse secondarie". Il partito afferma che la maggior parte dei cyberattacchi sono stati respinti grazie all'intervento del Roskomnadzor, l'Agenzia federale russa per la supervisione delle telecomunicazioni.

09:35
Russia: ha già votato il 38,5%

In Russia, alle 8 ora di Mosca, ha votato il 38,5% degli elettori, mentre prosegue la seconda giornata di voto per le presidenziali. Lo afferma noto la Commissione elettorale centrale russa. Il vice presidente della Commissione, Nikolai Bulaev, ha sottolineato in particolare la partecipazione al voto elettronico, arrivata all'82% degli aventi diritto registrati sulla piattaforma Deg. Ieri ha votato così anche Vladimir Putin.  (Rak/Adnkronos)  ISSN 2465 - 1222 16-MAR-24 10:24  NNNN 

09:20
Kiev: oltre mille soldati russi uccisi nelle ultime 24 ore

Nella giornata di ieri la Russia ha perso 1.160 soldati, 21 tank, 24 veicoli corazzati e 26 sistemi di artiglieria. Lo afferma il bollettino giornaliero dello stato maggiore ucraino, portando a 429.580 il numero totale di soldati russi uccisi dall'invasione del 24 febbraio 2022.

08:42
Tajani: "No a soldati italiani in Ucraina"

L`Italia sta "dalla parte dell`Ucraina fin dal primo momento. Lo siamo dal punto di vista finanziario, economico in vista della ricostruzione, progettuale come testimonia l`accordo per Odessa, materiale e anche militare. Ma non siamo in guerra con la Russia. Non lo siamo mai stati": così il ministro degli esteri Antonio Tajani, in un'intervista al Corriere della Sera mette in chiaro che da parte italiana non è previsto "alcun intervento diretto dei nostri militari in quel conflitto, con carrarmati, aerei o uomini. Non se n'è mai parlato in ambito Nato e non capiamo perché oggi si debba evocare uno scenario del genere, che avrebbe conseguenze pericolosissime, anche una terza guerra mondiale".

08:27
Due morti negli attacchi ucraini a Belgorod

Ci sono due morti negli attacchi segnalati nelle scorse ore contro la regione russa di Belgorod, al confine con l'Ucraina, secondo il governatore locale citato da Interfax. "Due persone, un uomo e una donna, sono morte. L'uomo era alla guida di un camion quando una bomba lo ha colpito e questo si è scontrata con un autobus passeggeri", ha scritto su Telegram il governatore Vyacheslav Gladkov.I passeggeri dell'autobus non sono rimasti feriti, ha aggiunto, mentre ha anche segnalato la morte della donna che si trovava in un capannone. 

07:29
Mosca, abbattuti 8 droni ucraini nelle regioni di Kursk e Belgorod

I sistemi di allerta della difesa aerea russi hanno intercettato e distrutto otto droni ucraini, un missile Vampire e un sistema missilistico tattico Tochka-U sui territori delle regioni di Kursk e Belgorod, al confine con l'Ucraina: lo ha riferito stamattina il ministero della Difesa russo.  Verso le ore 10 di Mosca, le 8 italiane, il ministero ha comunicato che un altro drone ucraino è stato intercettato e abbattuto sulla regione di Belgorod.