Marsiglia, pedoni al porto (Ansa)
Marsiglia, pedoni al porto (Ansa)

New York, 15 settembre 2020 - La pandemia da Coronavirus fino ad oggi ha provocato la morte di oltre 925 mila persone nel mondo, riporta l'università americana Johns Hopkins. Il Paese più colpito, gli Stati Uniti, conta quasi 195 mila morti e oltre 6,55 milioni di contagi, tra cui 550.000 bambini positivi dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Ma ora il presidente Trump annuncia: "Il vaccino nel giro di settimane". E prosegue la corsa alla cura anche in Cina, un'esperta del Centro cinese per la prevenzione e il controllo delle malattie, e lei stessa volontaria nel testarlo, ha ipotizzato che i suoi connazionali avranno la cura già "a novembre o dicembre". Mentre in Gran Bretagna sta per iniziare la sperimentazione di un vaccino spray. In Francia, dove i contagi giornalieri sono sempre alti, si guarda ai focolai nelle Università. 

Coronavirus Italia, il bollettino del 15 settembre

Usa, "vaccino nel giro di settimane"

Donald Trump, in un'intervista a Fox, ha dichiarato che gli Stati Uniti avranno un vaccino contro il coronavirus nel giro di settimane. Sempre dagli Stati Uniti arrivano le conclusioni di uno studio condotto su 39 pazienti: quelli con Covid-19 che sono stati trattati con plasma convalescente hanno meno probabilità di aver bisogno di ossigeno dopo 14 giorni di malattia e hanno maggiori probabilità di sopravvivere rispetto a quelli che non avevano ricevuto plasma.

Coronavirus mondo, allarme Oms: "Pandemia è ancora solo all'inizio"

Gran Bretagna

Sono 3.105 i nuovi casi confermati di Covid-19 registrati in Gran Bretagna nelle ultime 24 ore, secondo i dati forniti dal Dipartimento della Salute. Nello stesso arco di tempo si sono contati anche 27 decessi di persone che avevano contratto il virus nelle ultime quattro settimane. Le autorità sanitarie britanniche segnalano inoltre un aumento dei malati in terapia intensiva che per la prima volta in quasi due mesi hanno superato quota 100.

Sta per partire nel Regno Unito la sperimentazione di un vaccino contro il coronavirus spray. La cura potrà essere inalata e raggiungere più facilmente i polmoni. 

Francia, quasi 8mila casi

In Francia sono stati registrati 7852 nuovi casi di coronavirus (e 49 morti) nelle ultime 24 ore, rispetto ai 6.158 segnalati lunedì, portando il numero totale di casi positivi dall'inizio della pandemia a 395.104. Inoltre sono stati riscontrati 68 nuovi focolai, rispetto ai 39 di lunedì, che si aggiungono agli 866 focolai attivi, di cui 121 si trovano in centri geriatrici e di dipendenza. 
E a  Montpellier almeno 58 studenti della facoltà di medicina sono risultati positivi al coronavirus dopo una festa, costringendo l'università a sospendere parte dei suoi corsi.  Sarebbero stati individuati diversi clusters nei campus, come in quello di Scienze Politiche a Reims, ora chiuso, e alla École centrale di Lione e alle università di Nantes, Amiens, Nancy e Tolosa. Il governo Marcon ha incaricato i prefetti di accelerare il percorso di 'naturalizzazione' per gli stranieri che abbiano reso "importanti servizi" nella lotta al coronavirus. Il concetto di "importanti servizi resi " dovrebbe consentire di ridurre di 3 anni il periodo minimo per la richiesta della cittadinanza francese. Il direttore del Tour de France Christian Prudhomme torna oggi in corsa, dopo una settimana di assenza per essere risultato positivo, ma asintomatico, al covid.

Situazione critica a Marsiglia, dove presto le unità di terapie intensive e rianimazione degli ospedali non saranno più in grado di accettare nuovi pazienti. A lanciare l'allarme è stato Jean-Olivier Arnaud, direttore degli ospedali di Marsiglia, riferendo che al momento sono disponibili solo 4 posti letto in rianimazione - 31 su 35 sono occupati - mentre 129 dei 155 destinati ai pazienti con coronavirus sono già impegnati. "Non siamo lontano dal punto di saturazione dei nostri ospedali" ha detto Arnaud. Anche gli interventi chirurgici non urgenti sono stati bloccati a causa del boom di contagi. Uno scenario che ha fatto tornare in mente situazioni critiche già vissute in altre regioni della Francia durante la prima ondata.

Bill Gates: 40 mld per vaccinare tutti

Secondo Bill Gates in due anni riusciremo a porre fine alla pandemia e a cancellarne gli effetti più dannosi, ma soprattuto "basteranno 40 miliardi di dollari per vaccinare il pianeta contro Covid".  In un'intervista rilasciata a L'Express il miliardario fondatore di Microsoft, spiega che "anche con un vaccino il coronavirus diventerà probabilmente stagionale, come l'influenza: questa previsione, elaborata da alcuni ricercatori in un recente studio, è motivo di preoccupazione, perché ciò significa che l'immunità collettiva non impedirà il suo ritorno a cadenze regolari". 

Olanda record

In Olanda sono stati confermati 1.379 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, un record per il Paese. Secondo il quotidiano de Volkskrant, in una sola settimana in Olanda sono stati segnalati 9.194 contagi, l'85% in più rispetto alla prima settimana di settembre quando ne erano stati confermati 4.917. La maggior parte dei casi delle ultime 24 ore sono stati segnalati ad Amsterdam e all'Aja. 

Israele

Da venerdì prossimo scatterà un lockdown totale di 3 settimane in Israele, una necessità per far fronte a un boom di contagi nel Paese. Nelle ultime 24 ore i nuovi positivi in Israele hanno sfiorato i 5mila casi (4.812), un record per lo stato con la Stella di David. Dai oltre 47mila tamponi effettuati ieri si rivela un tasso di infezione pari a poco più del 10%. I morti da inizio pandemia sono arrivati a 1.136.

Paraguay - Argentina

E' polemica in Paraguay per l'autorizzazione concessa dal Conmebol e dal ministero della sanità del Paraguay a diversi giocatori argentini del Boca Juniors, che nonostante la positività al coronavirus potranno non solo viaggiare, ma anche scendere in campo. Ciò ha scatenato la dura reazione del Libertad di Asuncion, che li dovrà affronatare, ricorrerà in tribunale pur di impedirne l'ingresso nel Paese. Nell'ultimo ciclo di tamponi a cui sono stati sottoposti Tevez e compagni, diversi atleti sono risultati ancora positivi, sebbene asintomatici.

Germania

Il numero dei contagi in Germania torna a salire. Secondo l'Istituto Robert Koch 1.407 nuovi casi e 12 decessi, a fronte dei 927 contagi e un decesso registrati ieri. In totale nel Paese sono 261.762 i casi di Covid-19, con 9.362 vittime e circa 234.600 persone guarite. Anche la Germania sta cercando un vaccino anticovid, e secondo la ministra dell'Istruzione e della Ricerca Anja Karliczek, in conferenza stampa con il ministro della Salute Jen Spahn, nel Paese potrà essere disponibile per molte persone soltanto a metà dell'anno prossimo.

Irlanda

L'aumento dei casi ha spinto il governo irlandese a ritardare la riapertura dei pub di Dublino dove si beve soltanto (i cosiddetti "pub bagnati"). Nella  capitale i casi di covid sono aumentati di venti volte nell'ultimo mese. Intanto è già finita, dopo poche ore, la quarantena cui si è' sottoposto oggi l'intero governo irlandese dopo che il ministro della Salute aveva manifestato i sintomi del coronavirus, tanto da indurre a sospendere i lavori del parlamento, mentre ai membri dell'esecutivo veniva chiesto di attenersi solo a "movimenti ristretti". Fortunatamente, nel giro di poche ore il ministro Stephen Donnelly è risultato negativo al tampone. "Tutti i ministri e tutti i deputati torneranno domani a lavorare normalmente", ha detto il vicepremier Leo Varadkar.

Usa

Sempre in crescita i numeri sulla pandemia che arrivano dagli Stati Uniti, dove nelle ultime 24 ore si contano almeno 31.056 nuovi positivi. I morti salgono di 340 vittime. I decessi legati al Covid-19 in Usa sono ora 194.441. Allarmante il dato reso noto dall'American Academy of Pediatrics e la Children's Hospital Association: quasi 550.000 bambini sono risultati positivi al covid dall'inizio della crisi. Inoltre altre due associazioni sostengono che dal 27 agosto al 10 settembre sono stati contagiati 72.993 piccoli, cioè un aumento del 15% in due settimane, per un totale di almeno 549.432 casi, secondo quanto si legge in un rapporto settimanale sui casi di coronavirus in età pediatrica.

Brasile

Anche in Brasile cresce sena sosta il bilancio dei morti: superata quota 132mila. Ieri 381 ulteriori decessi, per un totale di 132.006 vittime da quando il virus si è affacciato sul sudamerica. Non rallenta nemmeno il numero dei casi, ora salito a 4.345.610, di cui 15.155 nelle ultime ore.

Cina

Il vaccino potrebbe essere pronto e disponibile per la popolazione cinese già "a novembre o dicembre". Lo sostiene Wu Guizhen sulle pagine del Global Times. Wu, esperta del Centro cinese per la prevenzione e il controllo delle malattie,  lei stessa 'cavia' per il vaccino, parla di cinque vaccini sviluppati dalla Cina, attualmente già nella fase tre della sperimentazione clinica. Quindi se il percorso va avanti "senza intoppi" per i cinesi le prime dosi dei vaccini potrebbero essere disponibili in inverno. L'esperta e volontaria: "Ad aprile mi sono sottoposta al vaccino come volontaria. Mi sento bene".  

Australia

Per la prima volta volta in due mesi l'Australia non ha registrato alcun decesso e solo 50 nuovi casi a livello nazionale. Allentato il rigido lockdown imposto a Melbourne, nello Stato di Victoria. Ora i residenti posso trascorrere un'ora in più all'aperto per fare sport e possono visitare amici che vivono soli. Tuttavia, gli esercizi commerciali non essenziali rimangono chiusi fino al 26 ottobre, incluso il coprifuoco notturno. 

Russia

In Russia registraati nelle ultime 24 ore 5.529 nuovi casi di contagio e 150 morti. Il totale delle infezioni ammonta a 1.073.849, le vittime a 18.785. 

Austria

Continia a peggiorare anche e l'andamento epidemiologico in Austria. Semaforo Covid rosso, che indica il rischio contagio, a Vienna, Innsbruck e in altri 5 comuni. Concepito come il bollettino valanghe, il colore arancione rappresenta il grado 3 di 4, e il rosso il più alto. L'Austria nelle ultime ore ha registrato 382 nuovi positivi, su un totale di 5.774 casi. La capitale nel mirino: solo a Vienna si registrano una settantina di casi nelle scuole, che riguardano 55 studenti, 6 insegnanti e 9 collaboratori.