11 mar 2022

Che Guevara, morto il soldato boliviano che lo uccise

Mario Teran Salazar, aveva 80 anni, di quel giorno ha sempre raccontato: "Mi disse 'Stai calmo e mira bene! Stai per uccidere un uomo!'"

La Paz, 11 marzo 2022 - E' morto il soldato boliviano che uccise Ernesto "Che" Guevara nel 1967. Mario Teran Salazar, il sergente che ha sempre affermato di aver ucciso il guerrigliero argentino-cubano, si è spento all'età di 80 anni a Santa Cruz de la Sierra nell'est della Bolivia. 

Il figlio mario ha confermato alla agenzia France Press: "E' morto di cancro alla prostata". Gary Prado, il militare che catturò 54 anni fa nella giungla boliviana il "Che", è stato il primo a dare la notizia: "Era malato e non c'era niente da fare", che ha spiegato che era stato anche l'istruttore di Teran: "La famiglia e i compagni delle Forze armate mi hanno avvisato perché era stato ricoverato all'ospedale militare".

L'8 ottobre 1967 l'esercito boliviano arrestò Guevara con l'aiuto di due agenti cubano-americani della Cia. Il Che era a capo di pochi guerriglieri sopravvissuti a combattimenti, e decimati da fame e malattie nelle montagne boliviane. Ferito in battaglia, fu fucilato il giorno successivo da Teran Salazar nel villaggio di La Higuera, con l'approvazione del presidente boliviano René Barrientos, convinto anticomunista. Teran Salaza poi disse: "Questo è il momento peggiore della mia vita. Ho visto il Che alto, molto alto, enorme. I suoi occhi brillavano luminosi. Stai calmo, mi ha detto, e mira bene! Stai per uccidere un uomo! Poi ho fatto un passo indietro, verso la porta, ho chiuso gli occhi e ho sparato".
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?