Il cancro non ferma re Carlo, al lavoro via telefono. Harry ‘toccata e fuga’: già in volo per gli Usa

Il sovrano è nella residenza di Sandringham, dove continuerà le cure. È durato poco il soggiorno londinese del secondogenito, rientrato dalla moglie Meghan e dai figli

Carlo III e la regina Camilla lasciano Londra per dirigersi a Sandringham House, dove il re continuerà le cure

Carlo III e la regina Camilla lasciano Londra per dirigersi a Sandringham House, dove il re continuerà le cure

Londra, 7 febbraio 2024 – Re Carlo III è arrivato ieri sera a Sandringham House, una residenza che per i reali britannici porta alla luce bellissimi ricordi, in quanto è la casa riservata solitamente alle vacanze di Natale. Questa volta, però, il sovrano e la consorte Camilla ci sono tornati con cuore ben più pesante: è qui che Carlo si sottoporrà alle cure per il tumore che gli è stato diagnosticato dopo l’operazione alla prostata di fine gennaio. Immagini alle quali i sudditi non sono abituati: Elisabetta II avrebbe passato gli ultimi anni della sua vita combattendo contro una malattia senza che nessuno all’infuori del palazzo ne sapesse nulla, e la morte è stata un fulmine a ciel sereno, nonostante i 96 anni di età. Ma il cancro non fermerà il re, che ha già annunciato che continuerà a sentire settimanalmente il primo ministro Rishi Sunak come tradizione vuole, seppur via telefono. A confermalo è stato il 10 di Downing Street, la sede del governo britannico. Immediatamente dopo l’annuncio della malattia, il primo ministro ha augurato al sovrano una “pronta guarigione”, mentre il giorno successivo ha dichiarato alla radio della Bbc che il tumore era stato “preso in tempo”

La prassi vuole che ogni settimana sovrano e premier si incontrino per aggiornarsi su costa sta accadendo nel Paese e in parlamento. Neanche il Covid ha fermato quest’abitudine: negli anni delle restrizioni, la defunta Elisabetta II si collegava su Zoom per discutere con l’allora primo ministro Boris Johnson.

Invece nessuna riappacificazione, al momento, tra Carlo e il secondogenito Harry. Piuttosto una velocissima tregua: il principe è arrivato a Londra ieri dopo l’ora di pranzo; nel pomeriggio ha fatto visita al padre, passando 45 minuti con lui a Clarence House, da dove era visto uscire in compagnia della regina Camilla. Non sembra che abbia incontrato il fratello William o la cognata Kate, convalescente dopo l’operazione all’addome di due settimane fa. Dopo la notte passata nella capitale inglese, presumibilmente in albergo, stando al Daily Mail Harry sarebbe salito su un aereo per Los Angeles alle 15.05 ora locale; l’arrivo negli Stati Uniti sarebbe previsto per le 18.30 ora della costa pacifica statunitense. Resta da vedere se la tregua di ieri potrà trasformarsi, nei prossimi mesi, in un progressivo riavvicinamento: in quel caso, non tutto il male sarebbe venuto per nuocere. 

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui