Boeing 737 Max 9, la Turkish Airlines ne richiama a terra cinque. “Misura precauzionale”

L’annuncio della compagnia turca dopo l’incidente avvenuto sul medesimo modello dell’Alaska Airlines dopo il decollo da Portland

Roma, 7 gennaio 2024 – In seguito all’incidente sul volo dell’Alaska Airlines dove è esploso un finestrino dopo il decollo da Portland, la compagnia turca Turkish Airlines ha annunciato lo stop di cinque Boeing 737 Max 9 (il medesimo modello dell’incidente di Portland) della sua flotta.  

Approfondisci:

Boeing 737 Max 9 “a terra a tempo indefinito”: la scure dell’autorità Usa dopo il portellone saltato in volo

Boeing 737 Max 9 “a terra a tempo indefinito”: la scure dell’autorità Usa dopo il portellone saltato in volo
Boeing 737 Max (Ansa)
Boeing 737 Max (Ansa)

Approfondisci:

Paura ad alta quota. Esplode il portellone, gli Usa fermano i 737. Nuovi guai per Boeing

"In seguito all’incidente avvenuto sull’aereo Boeing 737 Max 9 dell’Alaska Airlines – si legge sul sito della compagnia turca – cinque aerei della flotta Thy sono stati richiamati per un’ispezione come misura precauzionale”. I Boeing saranno “rimossi dalla flotta operativa dove atterreranno e saranno ispezionati prima della ripresa dei voli”. 

Ieri anche l’agenzia americana (Faa) aveva ordinato ieri l’ispezione immediata di 171 aerei Boeing 737 Max 9 rimasti a terra dopo l’incidente. La direttiva Faa “richiede alle compagnie aeree di ispezionare l’aereo prima di un nuovo volo”.