Lunedì 17 Giugno 2024

Castiello evoca la Decima Mas al taglio della torta per le Europee alla festa della Lega. Bufera sulla sottosegretaria

Afragola: l’esponente del Carroccio in un filmato con il sindaco Pannone e la candidata Angela Russo. Il Pd: “Si dimetta, ha offeso la memoria delle vittime del fascismo”

La sottosegretaria Pina Castiello fa riferimento alla Decima Mas durante la festa della Lega ad Afragola

La sottosegretaria Pina Castiello fa riferimento alla Decima Mas durante la festa della Lega ad Afragola

Napoli, 3 giugno 2024 – Bufera sulla sottosegretaria ai rapporti con il Parlamento Pina Castiello, che durante una festa della Lega ad Afragola (Napoli) ha fatto riferimento alla Decima Mas, corpo militare della Repubblica Sociale Italiana. Nel filmato condiviso sui social, il sindaco del comune campano, Antonio Pannone, viene ripreso mentre taglia una torta formando una ‘X’, mentre una voce fuori campo dice: “Fai la Decima Mas, dai!”. “La decima, bravo”, risponde Castiello, poco prima che sullo schermo compaia una X rossa e l’invito a votare Lega alle europee. Il tutto accompagnato anche da un commento della stessa sottosegretaria: “Noi la torta la tagliamo con una decima”. Nel filmato compare anche la candidata Angela Russo

Approfondisci:

“Fate una X (Decima) sulla Lega”. Bufera sullo spot di Vannacci. A cosa si riferisce il generale?

“Fate una X (Decima) sulla Lega”. Bufera sullo spot di Vannacci. A cosa si riferisce il generale?

Pd all’attacco

Immediata la reazione del Partito Democratico. “La sottosegretaria Pina Castiello non deve restare un solo minuto ancora al suo posto – ha scritto su Facebook il responsabile alla cultura Sandro Ruotolo – Il governo deve prendere le distanze da chi ha offeso la memoria di tante vittime del fascismo proprio nelle ore in cui si celebrava la Festa della Repubblica”. “La Napoli delle Quattro Giornate saprà dare una risposta l'8 e 9 giugno ai secessionisti e nostalgici della Lega”, continua il post dell’ex senatore. 

Alle accuse di Ruotolo fa eco Teresa Bellanova, candidata alle europee per la lista Stati Uniti d'Europa: “Non si può ironizzare così su eventi tanto delicati della storia italiana – ha dichiarato – Evidentemente, dalle parti della Lega sono così disperati da non disdegnare di solleticare nostalgie fasciste pur di rastrellare qualche voto”.

La replica di Castiello

"Il tentativo di Ruotolo di aggrapparsi a un episodio goliardico, avvenuto a margine di una manifestazione elettorale, e di elevarlo a prova regina di nostalgie pericolose, è davvero un esercizio goffo e maldestro”, si è difesa Castiello, aggiungendo che la sua “storia personale e politica è tratteggiata da un profondo rispetto dei valori democratici sanciti dalla costituzione”. “Se l’ex senatore è alla ricerca di chi usa nostalgicamente metodi da regime sovietico per limitare le libertà altrui, farebbe bene ad esercitare una scrupolosa autocritica e vedrà che, interrogando la sua coscienza, troverà tante cose da farsi perdonare”, ha aggiunto, per poi concludere: “Temo che lo sforzo di buttarla in caciara Ruotolo lo abbia compiuto con l'unico obiettivo di segnalare la sua candidatura di cui, per fortuna, non si è accorto nessuno”.

A difendere Castiello è anche il senatore leghista Gianluca Cantalamessa: “Da un Pd in crisi di visibilità e temi arrivano allarmismo ingiustificato e polemiche sterili: inutile ricordare ai compagni che si vota facendo una croce e che la Decima è un reparto della Marina Militare italiana”.

Approfondisci:

Borghi e Salvini contro Mattarella: “Oggi è la festa della Repubblica italiana non della sovranità dell’Ue”

Borghi e Salvini contro Mattarella: “Oggi è la festa della Repubblica italiana non della sovranità dell’Ue”

Il caso Vannacci

La polemica arriva a pochi giorni da quella che ha interessato Roberto Vannacci, anche lui tra i candidati della Lega per un seggio a Bruxelles: in uno spot elettorale, il generale chiede di fare una Decima (una X) sul simbolo del partito.