Martedì 11 Giugno 2024

Sindaci eletti e ballottaggi 2024: come sono andate le Comunali nei capoluoghi. Centrosinistra avanti 10-6

Sedici poltrone già assegnate. Verdetto rimandato al secondo turno per 13 città. Le sfide di Firenze, Bari, Perugia, Potenza

Roma, 11 giugno 2024 – Erano 29 i capoluoghi di provincia al voto in questa tornata di elezioni comunali. Il primo turno se lo aggiudica il centrosinistra per 10 Comuni a 6. Negli altri 13 non è stato raggiunto il quorum del 50% e il verdetto è rimandato al ballottaggio fra due settimane (si vota il 23 e 24 giugno). Nelle precedenti elezioni il centrosinistra vinse in 13 comuni. 

Comunali 2024: al centrosinistra 10 capoluoghi, 6 al centrodestra. Tredici città al ballottaggio
Comunali 2024: al centrosinistra 10 capoluoghi, 6 al centrodestra. Tredici città al ballottaggio

I Comuni al centrosinistra

Cagliari – Nel capoluogo della Sardegna il candidato di centrosinistra Massimo Zedda (60,29%) è stato eletto sindaco per la terza volta. La principale sfidante era l’omonima Alessandra Zedda, centrodestra (34,22). 

Bergamo – Elena Carnevali è il nuovo sindaco di Bergamo. La candidata sindaca del centrosinistra (appoggiata da Pd, Futura-Avs, Bergamo europea+Europa-Italia viva, Bergamo insieme concordia civium, Gori per Carnevali, Elena Carnevali sindaca) ha battuto con il 54,95% delle preferenze il candidato del centrodestra Andrea Pezzotta (Fi, FdI, Lega, Lista civica Pezzotta sindaco, Bergamo ideale) che ha ottenuto invece il 42,24% dei voti. 

Pavia –  Il centrosinistra strappa al centrodestra il sindaco di Pavia al primo turno. Michele Lissia – sostenuto dal ‘campo largo pavese’, si aggiudica il 53,08% dei consensi, distanziando di 8 punti il rivale Alessandro Cantoni, sostenuto dal centrodestra, fermo al 45%. 

Reggio Emilia – Il centrosinistra conferma il sindaco Marco Massari, con il 56,13% dei voti, Giovanni Tarquini del centrodestra resta fermo al 33,1%. 

Modena – Il nuovo sindaco è Massimo Mezzetti: candidato del centrosinistra con l’appoggio dei M5s vince con oltre il 63% delle preferenze. Il candidato del centrodestra Luca Negrini non è andato oltre il 28% dei voti. 

Cesena – Cesena conferma il sindaco uscente Enzo Lattuca (65,15%), sostenuto da centrosinistra e M5s. 

Battuto inequivocabilmente il candidato di centrodestra Marco Casali che ha ottenuto il 26,26% dei voti.

Pesaro – Risultato netto anche a Pesaro dove il centrosinistra vince con Andrea Biancani, votato dl 60% degli elettori. Il candidato del centrodestra Marco Lanzi si ferma al 35,19%.

Livorno  –  Luca Salvetti del centrosinistra vince al primo turno con il 51,7% delle preferenze, confermandosi primo cittadini della città labronica dove il Movimento 5 Stelle ha corso separato.  Alessandro Guarducci, candidato del centrodestra, si ferma al 22,5%.  

Prato  Ilaria Bugetti è confermata sindaco con il 52,22% dei voti. Gianni Cenni del centrodestra staccato di oltre 10 punti percentuali. 

Sassari – Il centrosinistra strappa alle liste civiche il sindaco di Sassari. Giuseppe Mascia (51,08%) vince al primo turno sul civico Nicola Lucchi sostenuto dai partiti centristi (25,03%). 

I Comuni al centrodestra

Biella – Vince al primo turno Marzio Olivero, sostenuto da FdI, Fi, Lega, Udc e da una lista civica, con il 53,81% dei voti. La sfidante di centrosinistra, Marta Bruschi, candidata di Pd, Avs, Cinque Stelle e una lista civica non supera il 34,07% dei consensi. 

Ferrara – Alan Fabbri è stato riconfermato sindaco con il 57,88% delle preferenze. Staccato di oltre 20 punti Fabio Anselmo, candidato del centrosinistra e M5s.  

Forlì – Il centrodestra conferma il sindaco di Forlì al primo turno. Gianluca Zattini ha ottenuto il 50,63%. Graziano Rinaldini – centrosinistra con M5s – si ferma al 46, 28%. 

Ascoli Piceno – Incarico confermato a Marco Fioravanti di centrodestra con una maggioranza bulgara (74,41%), Emidio Nardini del centrosinistra ha preso il 25,87% dei voti. 

Pescara – Il candidato del centrodestra Carlo Masci, sindaco uscente, ha ottenuto il 50,95% dei voti. Carlo Costantini del centrosinistra + M5s si ferma al 34,24%. 

Campobasso – l centrodestra strappa al primo turno il sindaco di Campobasso al Movimento 5 Stelle. Aldo De Benedittis con il 52,28% batte la rivale del centrosinistra, Marialuisa Forte (M5s, Pd, Avs-Psi-Civica), staccata di 20 punti. 

I Comuni al ballottaggio

Quattro capoluoghi di regione al ballottaggio, il 23 e 24 giugno. A Firenze è avanti la candidata del Pd Sara Funaro (43,17%) sullo sfidante di centrodestra Eike Dieter Schmidt (32,86%), ma anche Bari che, arrivata al voto tra le polemiche per le inchieste giudiziarie, vede il candidato Vito Leccese (48,02%), espressione del centrosinistra e appoggiato anche dal primo cittadino uscente Antonio Decaro, prevalere sul candidato di centrodestra Fabio Romito.

Verdetto rimandato al secondo turno anche a Perugia, dove è testa a testa tra la candidata del campo largo Vittoria Ferdinandi (49,01%) e quella del centrodestra Margherita Scoccia (48,29%), e a Potenza dove la sfida è tra il candidato di centrodestra Francesco Fanelli (40,60%) e Vincenzo Telesca (32,44%), appoggiato da liste civiche.

A Cremona sfida tra il candidato sindaco di centrodestra Alessandro Portesani (43,19%) e quello di centrosinistra Leonardo Virgilio (41,94%). Due avvocati penalisti al rush finale a Caltanissetta: Walter Tesauro, sostenuto dal centrodestra, che ha raggiunto il 34,89% dei voti e Annalisa Petitto, civica appoggiata dal centrosinistra, ferma al 30,47%. Non ce l'ha fatta il sindaco uscente del M5S Roberto Gambino.

A Vercelli se la vedranno Roberto Scheda, candidato di Lega, Fi e FdI, che ha ottenuto il 37,87% dei voti e Gabriele Bagnasco sostenuto da Pd, Avs e una lista civica, che si è attestato al 25,60% dei voti.

A Urbino è ballottaggio tra il sindaco uscente, ricandidato dal centrodestra, Maurizio Gambini (47,1%) el il candidato del centrosinistra Federico Scaramucci, appoggiato da una coalizione composta da Pd, M5S, Alleanza Verdi sinistra italiana e Socialisti, (45,41%). 

Neanche Lecce riesce ad eleggere il sindaco al primo turno. Dopo una sfida all’ultimo voto sarà ballottaggio tra l'uscente Carlo Salvemini (47%), espressione del centrosinistra e la senatrice Adriana Poli Bortone del centrodestra (49,6%) , che fu sindaca di Lecce dal '98 al 2007. 

A Vibo Valentia ballottaggio tra  Roberto Serafino Cosentino, sostenuto da una coalizione di centrodestra, che al primo turno si è fermato al 38,43% e Vincenzo Francesco Romeo, sostenuto da una coalizione di centrosinistra che ha raggiunto il 31,92% di consensi. 

Il duello tra centrosinistra e liste civiche deciderà i sindaci di Verbania e Avellino. Centrodestra e M5s si contendono il sindaco di Rovigo

Comunali in Emilia Romagna / Lombardia / Ballottaggi in Toscana

Trova il tuo Comune