Sabato 25 Maggio 2024

Confronto Meloni-Schlein in tv: la Rai lo annulla. “Non c’è la maggioranza chiesta dall’Agcom”

"Possibile solo con il consenso di tutti gruppi parlamentari ma solo 4 su 8 hanno dato ok". Fdi, Pd, Italia Viva e Lega sarebbero le quattro liste che si erano dette favorevoli. La segreteria dem: “Disponbile a confronto dovunque”

Roma, 16 magggio 2024 – Salta il confronto tv del 23 maggio da Bruno Vespa fra la premier Giorgia Meloni e la segretaria del Pd Elly Schlein, in viste delle elezioni europee dove sono entrambe candidate. Lo annuncia la Rai, spiegando che "nessun confronto è possibile in assenza della maggioranza richiesta da Agcom" ma "soltanto quattro delle otto liste rappresentate in Parlamento hanno accettato l’invito di Rai a un confronto a due tra leader sulla base della forza rappresentativa".

Giorgia Meloni ed Elly Schlein (foto Ansa)
Giorgia Meloni ed Elly Schlein (foto Ansa)

"Per questo motivo – annuncia viale Mazzini – Rai ritiene di non poter programmare alcun confronto nei termini precedentemente proposti". E conclude: "Il Servizio Pubblico continuerà a garantire, come ha sempre fatto, il rispetto della par condicio nei notiziari e nei programmi di approfondimento con l`equilibrio e la correttezza riconosciuti dalla stessa Autorità".

A quanto apprende l'Adnkronos, sono Fdi, Pd, Italia viva e Lega le quattro liste favorevoli al confronto tv a due tra i leader. Contrari, invece, Avs, Forza Italia, M5s e Azione.

"Io ho sempre detto che sarei stata disponibile a un confronto con la presidente del Consiglio dovunque e in qualunque momento", ha detto Elly Schlein, a margine di un incontro elettorale, replica a chi chiedeva se adesso che è saltato il confronto in Rai con Giorgia Meloni fosse disponibile ad accettare l'invito ad andare da Mentana. "Ho lasciato a lei dare disponibilità, e andata così noi andiamo comunque avanti sulla nostra strada", ha agguiunto.

"C'è chi preferisce rinunciare a una opportunità di confronto in prima serata pur di negarla alle due donne che guidano i primi due partiti d'Italia. Ma noi andremo avanti con il tour attraverso l'Italia”, ha commentato ancora la segretaria Pd. Mentre Conte, Avs e +Europa chiedono a FdI e Pd di accettare l'invito di La7 per un dibattito all'americana tra tutti i leader. “I partiti trovino una soluzione”, dice la presidente della Vigilanza Floridia dei 5S.

Sfumato il confronto sulla Rai ci prova Sky Tg24 che “invita Giorgia Meloni, Elly Schlein, Giuseppe Conte, Antonio Tajani, Matteo Salvini, Matteo Renzi, Carlo Calenda e Nicola Fratoianni a un confronto tv”, si legge in una nota. "In vista delle prossime elezioni europee – spiega la nota – Sky Tg24 ritiene necessario che le principali forze politiche del Paese possano confrontarsi sui temi più rilevanti in un contesto nazionale ed internazionale mai così complesso". La data proposta per il confronto televisivo è il 27 maggio, in diretta, nell'ambito dell'evento Sky Tg24 Live In Milano.

”A gennaio di quest'anno – ricorda il direttore di Tg Sky24, Luigi De Bellis – abbiamo

rivolto l'invito a Giorgia Meloni ed Elly Schlein a partecipare a un primo faccia a faccia televisivo ricevendo una disponibilità di massima e creando il successivo e proficuo dibattito sulla necessità di questo confronto. Dibattito che si era concluso con la decisione di effettuare il faccia a faccia Meloni-Schlein con Bruno Vespa a 'Porta a Porta', che sarebbe stato un momento importante di riflessione per il Paese''.

''La nostra volontà – conclude il direttore – è sempre stata quella di offrire al pubblico l'opportunità di ascoltare le idee a confronto dei leader con regole chiare, condivise e trasparenti nel rispetto, inoltre, delle indicazioni espresse in materia dall'autorità garante delle comunicazioni''.

Il Confronto - fa sapere la nota - andrà in onda sui canali 100 e 500 piattaforma Sky, sul digitale terrestre su TV8 e Sky TG24 canale 50, in streaming sul sito di Sky TG24 e su YouTube e su tutti i canali social della testata che cumulano circa 8 milioni di follower. Il Confronto Sky Tg24 prevede lo stesso tema di domanda per tutti i partecipanti, lo stesso tempo di risposta e il medesimo numero di repliche ciascuno. Ai leader che interverranno saranno rivolte, oltre a quelle di Sky Tg24, le domande dei direttori delle principali testate giornalistiche italiane.