Carlos Tavares, 62 anni, è amministratore delegato del gruppo Stellantis
Carlos Tavares, 62 anni, è amministratore delegato del gruppo Stellantis
Stellantis punta a creare una nuova rete di concessionari in Europa a giugno del 2023. Per questo invierà a tutti i dealer, con un preavviso di due anni, l’avviso di disdetta. Il nuovo assetto è legato alle direttive europee. La notizia dei cambiamenti è stata data ai dealer di Vauxhall, Peugeot, Citroen, Ds Automobiles, Alfa Romeo, Fiat e Jeep in singole teleconferenze virtuali per ogni...

Stellantis punta a creare una nuova rete di concessionari in Europa a giugno del 2023. Per questo invierà a tutti i dealer, con un preavviso di due anni, l’avviso di disdetta. Il nuovo assetto è legato alle direttive europee. La notizia dei cambiamenti è stata data ai dealer di Vauxhall, Peugeot, Citroen, Ds Automobiles, Alfa Romeo, Fiat e Jeep in singole teleconferenze virtuali per ogni Paese.

Il colosso prevede di costruire un modello di distribuzione multimarca. "Per allinearsi ai cambiamenti normativi e alle evoluzioni dell’industria automobilistica – spiega un portavoce del gruppo – Stellantis ha deciso di rafforzare il suo modello di distribuzione in Europa, promuovendo un modello sostenibile, dinamico, snello ed efficiente per tutti i suoi brand. I rappresentanti dei concessionari europei saranno coinvolti attivamente nello sviluppo dei piani futuri e della strategia di distribuzione di Stellantis che, in linea con il quadro Ber effettivo da giugno 2023, aprirà la strada a un nuovo schema di distribuzione. Questo nuovo modello porterà benefici ai clienti, alla rete di distribuzione e alla stessa Stellantis, creando un ecosistema più efficiente e sostenibile al passo con l’evoluzione del settore automobilistico".

"Stellantis ha intenzione di ridurre il numero dei concessionari per abbassare i costi nell’ambito della riorganizzazione in corso. C’è grande preoccupazione perché il numero scenderà in modo consistente con ripercussioni sui posti di lavoro", commenta Adolfo De Stefani Cosentino, presidente di Federauto, la federazione che rappresenta tutti i concessionari in Italia.

È pronta intanto la squadra per il mercato italiano, guidata da Santo Ficili, con i responsabili dei brand e delle funzioni. "Ci attendono – commenta Ficili – tante sfide e responsabilità impegnative: per questo abbiamo riunito grandi professionisti in una squadra compatta, capace di sintetizzare ed esprimere al meglio sul mercato italiano i valori di un Gruppo globale".

red.eco.