Martedì 23 Luglio 2024

Una storia cominciata negli anni Cinquanta. Dai terreni agricoli alla quotazione in Borsa

La storia di Zignago Vetro, iniziata nel secondo dopoguerra, è caratterizzata da una costante crescita e diversificazione. Dalle produzioni agricole ai contenitori in vetro, l'azienda ha conquistato la leadership mondiale in vari settori, come la cosmetica e la profumeria. Con acquisizioni strategiche e un focus sul riciclo del vetro, Zignago Vetro si conferma un punto di riferimento nel settore.

Una storia cominciata negli anni Cinquanta. Dai terreni agricoli alla quotazione in Borsa

Una storia cominciata negli anni Cinquanta. Dai terreni agricoli alla quotazione in Borsa

LA STORIA di Zignago Vetro è piena di fascino. È nel secondo dopoguerra che, su iniziativa di Gaetano Marzotto, una vasta estensione di terreni incolti, a Fossalta di Portogruaro, in provincia di Venezia, viene convertita alle produzioni agroindustriali, che hanno poi dato ampio impulso alle prime produzioni di contenitori in vetro. Il Conte Marzotto voleva trasformare radicalmente la qualità del lavoro agricolo, con la meccanizzazione dei mezzi di produzione e l’istruzione professionale. Già sul finire degli anni Settanta la vetreria aveva impostato una diversificazione dei prodotti, per riuscire a servire i mercati dell’alimentare, delle bevande, della cosmetica e della farmaceutica.

Nel 1987 la società amplia la sua capacità con l’acquisizione di uno stabilimento ad Empoli, che produceva bottiglie per vini e per oli d’oliva in vetro colorato. Il sito viene potenziato e ammodernato, introducendo l’elettronica. Dall’inizio degli anni Novanta la società opera anche nel settore dei contenitori speciali, attraverso l’acquisizione di partecipazioni in due stabilimenti vetrari specializzati. Acquisizioni che porteranno alla costituzione di Vetri Speciali, azienda leader mondiale nella produzione di contenitori in vetro per la fascia premium del mercato di bevande e alimenti. Alla fine degli anni Novanta Zignago Vetro raggiunge la leadership mondiale nel segmento dei flaconi di smalti per unghie. L’offerta, tra cosmetica e profumeria, viene diversificata e si iniziano a sviluppare contenitori per profumi destinati al mass market. Contemporaneamente, per il mercato dell’alimentare, viene ulteriormente potenziato lo stabilimento di Empoli. Al fine di ampliare l’offerta al mercato della profumeria di lusso, nel 2002 Zignago Vetro acquisisce Verreries Brosse, poi diventata negli anni Zignago Vetro France: azienda fondata alla fine dell’800, nota nel mondo per aver realizzato nel 1921 la bottiglietta del profumo più mitico di tutti i tempi, Chanel N°5.

La crescita di Zignago Vetro non si ferma, tanto che nel 2007 la società viene quotata alla Borsa Italiana, nel segmento Star. Seguono varie acquisizioni. Zignago Vetro rafforza anche la propria attività commerciale negli Stati Uniti con l’obiettivo di affacciarsi al mercato nella sua interezza e non solo al segmento del lusso, dando vita a Zignago Glass Usa. Da ultimo, nel 2022 Zignago Vetro acquisisce Italian Glass Moulds, azienda di Portogruaro specializzata nella produzione e commercializzazione di stampi per l’industria vetraria.

Per rispondere alle esigenze del mercato, nel tempo la Società ha dato vita a Vetri Speciali, leader mondiale nei contenitori speciali, che opera in quattro siti produttivi nel Nord-Est Italia. Nel 2013 nasce invece Vetreco, impresa che opera nel settore del riciclo del vetro con un impianto d’avanguardia. Vetro Revet nasce nel 2017 ed è una società ad alta innovazione nel riciclo del vetro. Due anni dopo viene fondata anche Julia Vitrum, startup che opera nel riciclo del vetro proveniente dalla raccolta differenziata urbana. La caratteristica principale del vetro è proprio quella di poter essere riciclato un numero infinito di volte.

Le. Ma.