Non si chiamerà più Royal Dutch Shell, ma solo Shell. Il colosso petrolifero lascia l’Olanda e trasloca nel Regno Unito dove ha già la sede legale. A Londra, e non più a L’Aja, Shell avrà anche la sede fiscale, terrà le riunioni del cda e lì risiederanno il ceo e il direttore finanziario del gruppo. L’annuncio è stato preso malissimo nei Paesi Bassi, che perdono il loro gruppo più importante. Il Governo olandese si è detto "spiacevolmente sorpreso" della decisione di lasciare il Paese. La Borsa di Amsterdam ha invece accolto bene, ma senza grandi scossoni, i piani della multinazionale petrolifera. Secondo Shell tutto parte dalla semplificazione della struttura con la creazione di un unico tipo di azioni, per "eliminare la complessità delle due linee A e B". Il trasloco viene spiegato come un semplice allineamento della sede fiscale con quella legale.