Giovedì 16 Maggio 2024
LUCA RAVAGLIA
Economia

Investimenti immobiliari in Europa, lo studio: in che posizione si trova l’Italia

Global Property, società di ricerca internazionale, nella sua analisi ha valutato positivamente anche il mercato di casa nostra. Ecco chi guida la classifica

Investimenti immobiliari in Europa: ecco in che posizione è l'Italia

Investimenti immobiliari in Europa: ecco in che posizione è l'Italia

Roma, 17 aprile 2024 – Non solo fondi, equity, bond, derivati o etf: in fatto di investimenti, gli italiani continuano a riservare grande fiducia al ‘mattone’, in un approccio condiviso anche ben oltre i nostri confini. Pur tra tante differenze, prima di tutto in termini di propensione al rischio e di aspettative legate ai ritorni economici, le operazioni sul fronte immobiliare sono infatti costantemente nei radar di una larga fetta di investitori internazionali, alla ricerca di case da acquistare e da mettere poi a reddito tramite affitti.

Le tendenze del settore

A tracciare un quadro a livello europeo sugli scenari attuali e sulle prospettive future del comparto, ci ha provato uno studio realizzato da Global Property, società di ricerca internazionale che nella sua ricerca ha valutato positivamente anche il mercato di casa nostra. I parametri individuati riguardano il tasso di rendimento annuo generato da un immobile, messo in relazione alle dinamiche inflazionistiche e più in generale alle fluttuazioni attese dal comparto nel medio e lungo termine.

L’Irlanda in cima alla lista

L’analisi di Global Property attribuisce un rendimento medio annuo del 7,85% (con uno yield ‘molto buono’) per gli investimenti nel mattone effettuati in Irlanda. Il dato è certamente interessante, ma il contesto non è privo di incognite, tanto che in una scala da uno a cinque, il ‘rating’ sulle prospettive future si ferma a solo due stelle.

Le ragioni sono varie partono dal fatto che nell’isola il mercato è in rallentamento, con la rivalutazione sui prezzi che, conteggiando anche l’erosione inflattiva, si è spostata in territorio negativo di oltre il 4%. Mentre l’area di Dublino prova a difendersi, nelle altre città del Paese, il dato è più marcato. Il meccanismo sta innescando una diminuzione dei prezzi di vendita, che però non sta risolvendo il problema, anche perché in tutto il Paese sono sul mercato solo 54.100 immobili.

Turchia, opportunità e rischi

Se ci si ferma a un solo lato della medaglia, il contesto turco lascia sbigottiti: in un anno il prezzo delle case è salito dell’86%. Ma andando oltre, non si può dimenticare l’inflazione che negli ultimi mesi ha toccato il 65%, a dimostrazione di un contesto fortemente instabile, nel quale le opportunità vanno a braccetto con rischi che non possono essere sottovalutati. In ogni caso nel Paese si sta lavorando per incentivare gli investimenti esteri: lo dimostra per esempio il fatto che non viene applicata l’iva sulle compravendite effettuate da stranieri che acquistano pagando non in valuta locale. La ragione è ovviamente legata alla molto maggiore stabilità garantita da euro e dollaro. Al netto di tutte queste valutazioni, l’analisi di Global Property parla di un rendimento del 6.35% e di una valutazione di 4 stelle sul lungo termine.

Le prospettive del Montenegro

Probabilmente non rientra tra le prime mete dell’immaginario collettivo, ma il Montenegro sta abbinando la forte spinta verso la promozione turistica (soprattutto nelle aree costiere) con una bassa fiscalità, un mix potenzialmente molto interessante al quale il mercato sta dedicando crescente attenzione.

L’Italia e gli altri

Anche il Belpaese si conferma una valida scelta per investire in immobili: nella ‘classifica’ di Global Property è al terzo posto (l’Irlanda guida il gruppo, sul secondo gradino c’è la Lettonia con un rendimento del 7,81%). Nel nostro caso premiano sia la prospettiva ‘long term’ valutata con tre stelle, sia il tasso di rendimento, che si attesta sul 7.67%. Subito sotto al podio c’è infine la Lituania, col 6,67% e due stelle.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro