Milano, 18 febbraio 2020 - "Vi abbiamo sorpreso lanciando questa offerta pubblica di scambio su Ubi banca, riteniamo che creerà valore per tutti gli stakeholder". Così il ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, aprendo la conference call per presentare l'offerta su Ubi. "Abbiamo deciso di fare questa operazione - aggiunge - perché noi guardiamo al futuro". L'offerta, intanto, infiamma il listino di Piazza Affari. Intesa guadagna il +2,36% a fine giornata. Ubi riammessa agli scambi è salita fino al 28%, per poi chidere a +23,55%. Il presidente dei Compagnia di San Paolo Francesco Profumo la definisce "un'operazione meravigliosa". Il presidente Gros-Pietro parla di "operazione non facile, concepita in modo geniale". Intesa Sanpaolo ha avuto colloqui con la Vigilanza bancaria Bce e da Francoforte sarebbe emerso un parere iniziale positivo. Il ministro Gualtieri è stato informato ieri sera. Si riunirà domani il cda di Ubi Banca, per esaminare l'offerta pubblica di scambio.

Le parole di Messina

"Questa operazione può veramente creare un campione - ha detto Messina -. Non è amichevole dal punto di vista tecnico non aveva altro modo per farla. Ma pensiamo che management di Ubi è forte. Massiah un ceo davvero bravo e Moratti è molto forte. Pensiamo che possano considerare amichevole questa operazione. Dal primo giorno parlerò alle persone di Ubi come persone del nostro gruppo". Il ceo di Intesa ha detto inoltre che "questa mossa è in linea con le aspettative dell'autorità di vigilanza". E ha aggunto: "Il consolidamento è una priorità ma deve essere fondato su condizioni robuste e sicure. In questo caso prevediamo una robusta cessione di npl. Il consolidamento non è solo una questione transfrontaliera ma anche del nostro Paese. L'obiettivo è quello di creare un player robusto e leader". L'operazione - ha inoltre precisato - "non avrà nessun costo per gli azionisti". "Le nostre stime di sinergia - ha detto - si basano su una previsione prudenziale".

I numeri

Con l'integrazione di Intesa Sanpaolo e Ubi "l'ammontare degli impieghi della nuova realtà sarà di circa 460 miliardi di euro, il risparmio che gli italiani affidano alla nuova banca supererà il valore di 1,1 trilioni di euro, i ricavi saranno pari a 21 miliardi", ha sottolineato Messina. "Queste cifre esprimono tutta la forza dell'economia italiana, le capacità del nostro sistema imprenditoriale e la solidità del patrimonio delle nostre famiglie".

La conferenza stampa

"Questa è storia di grandissimo orgoglio di paese. L'offerta è verso gli azionisti. La maggior parte del capitale è in mano a investitori, non credo che ci possano essere destini diversi da quelli di essere favorevoli verso Intesa", ha detto Messina in conferenza stampa parlando dell'Ops. E poi ha spiegato: "Facendo una serie di analisi ci siamo accorti che c'era una banca con la quale potevamo pensare a una operazione. Questa banca è Ubi che rappresenta la miglior combinazione con Intesa Sanpaolo". "Con questa combinazione - ha aggiunto - superiamo Unicredit, Sogen, Credit Suisse e Credit Agricole. Andiamo a livelli di Deutsche bank in termini di ricavi".