BOLOGNA

SI PARLERÀ anche di «compravendita dei brand» a ‘Nobilita festival del lavoro’, che torna nella sua seconda edizione da giovedì a sabato a Bologna, tra Fico-Eataly World e l’Opificio Golinelli. Interverranno decine di relatori a più di trenta eventi, un’occasione per comprendere i meccanismi del mercato del lavoro. La tavola rotonda sulla svendita del made in Italy è in programma venerdì pomeriggio, si confronteranno Emanuele Rossini dei vini Ruffino e Luigi Torlai di Ducati. Ma questi sono esempi virtuosi. «Nobilita nasce dal desiderio di spiegare e approfondire i temi più urgenti e attuali del mondo del lavoro – spiega Osvaldo Danzi (nella foto), presidente di FiordiRisorse e organizzatore del Festival –. Abituati a sentire parlare di lavoro solo dai politici o dagli accademici, riteniamo che sia importante ricercare storie di qualità e punti di vista non convenzionali e condividerli con la gente comune per creare consapevolezza e cultura e per ridurre i conflitti. Un dialogo in cui spiegare in maniera non banale i mutamenti che interessano i luoghi di lavoro, a cui vogliamo offrire lo spazio migliore per interpretarli e raccontarli da ampie visuali».

Ad aprire i lavori del Festival, il 21 marzo, una giornata presso Fico-Eataly World dedicata alla formazione manageriale. Sarà invece l’Opificio Golinelli il palcoscenico delle successive due giornate, tra Jobx – monologhi di cultura manageriale da 18 minuti – e le tavole rotonde.