Calabria, arriva il ‘Family hotel’ per gli albergatori. Chi può accedere all’incentivo

La Regione punta sul turismo e investe 16 milioni per ammodernare, adeguare o rifunzionalizzare le strutture alberghiere

In Calabria incentivi per il turismo
In Calabria incentivi per il turismo

Roma, 26 gennaio 2024 – La Calabria punta sul turismo a misura di famiglia e investe 16 milioni per adeguare le strutture alberghiere alle esigenze di grandi e piccini. L'avviso pubblico presentato oggi nella sede della Regione Calabria si chiama, infatti, Family hotel ed è finanziato con fondi dell'Unione Europea. La misura prevede investimenti per l’ammodernamento, l’adeguamento o la rifunzionalizzazione di strutture ricettive alberghiere, al fine di conseguire le caratteristiche minime per la realizzazione di strutture per famiglie con bambini e neonati per offrire un'accoglienza su misura alle esigenze delle famiglie in viaggio. "La Calabria, – ha dichiarato il presidente della Regione Roberto Occhiuto – proprio per la sua naturale conformazione, si presenta come una destinazione adatta alle esigenze di tutti i membri delle famiglie, sia che si tratti di esplorare paesaggi montani o prendere il sole sulle affascinanti spiagge, o ancora scoprire i piccoli borghi arroccati o degustare le prelibatezze culinarie. La Giunta regionale della Calabria - ha aggiunto Occhiuto - in questi anni sta agendo in due direzioni. Da una parte stiamo promuovendo con ogni mezzo la nostra Regione in Italia e nel mondo. Farci conoscere e raccontare le nostre eccellenze è il modo migliore per attrarre visitatori e investimenti. Dall’altra vogliamo rafforzare i nostri punti di forza, come ad esempio il turismo per le famiglie. Proprio su questo segmento si inserisce l’iniziativa dei ‘Family Hotel’, un’opportunità - finanziata con un bando da 16 milioni di euro - che la Regione dà a tante strutture ricettive che potranno ammodernarsi e adeguarsi per essere sempre più accoglienti tanto per i grandi quanto per i più piccoli. Una bella occasione per tanti albergatori e per il nostro territorio”. Il progetto prevede la realizzazione di aree bebè e parchi gioco, di spazi verdi all’aperto sicuri e anche di interventi per l’eliminazione delle barriere architettoniche. Possono partecipare all’avviso, che sarà avviato dal prossimo 1 febbraio, le micro, piccole e medie imprese gestori di strutture ricettive alberghiere (alberghi, villaggi albergo, residenze turistico alberghiere), già attive alla data di presentazione della domanda e dotate di Codice Identificativo Regionale. Il contributo è concesso in conto capitale per un investimento minimo ammissibile di 400.000 euro e per un massimo di 1.500.000 euro e deve essere realizzato entro 24 mesi dalla concessione delle agevolazioni. L'implementazione dell'investimento deve essere completata entro 24 mesi dalla concessione delle agevolazioni. La valutazione delle domande avviene attraverso una procedura a sportello, con le richieste che devono essere presentate esclusivamente tramite l'apposita piattaforma. L’apertura della piattaforma è prevista per giorno 1 febbraio 2024 alle 10 e le domande verranno valutate in ordine cronologico di presentazione.  

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro