Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
22 lug 2021
achille perego
Economia
22 lug 2021

Energia, quando il green non pesa troppo sulla bolletta

Le offerte Enel, flessibili e personalizzate, per ridurre la voce energia elettrica nel budget familiare

22 lug 2021
achille perego
Economia
(DIRE) San Paolo (Brasile), 25 giu. - Il Brasile è salito di quattro posizioni nell'Indice di attrattività dei Paesi per le energie rinnovabili (Recai) stilato dalla società di consulenza Ernest & Young (Ey) e occupa ora l'11esimo posto, il primo per un Paese dell'America Latina. Gli Stati Uniti continuano a occupare il primo posto, seguiti da Cina e India.     In Brasile la domanda per le energie rinnovabili da parte delle aziende sta crescendo in modo esponenziale, sia a causa degli incentivi al credito offerti dalle iniziative sia private che pubbliche, sia per la riduzione dei costi e la pressione del mercato in direzione di una maggiore responsabilità sul piano ambientale.      Tra gennaio e aprile in Brasile sono stati scambiati circa quattro milioni di certificati di energia rinnovabile, lo stesso volume di transazioni di tutto l'anno scorso. Si prevede che dieci milioni di certificati siano emessi nel 2021, un aumento di circa il 300 per cento rispetto al 2019 e del 150 in confronto al 2020.    Secondo Ernest & Young, il Paese sudamericano sta avanzando soprattutto rispetto alla regolamentazione dell'energia eolica offshore, mentre il settore potrebbe "andare incontro a una forte crescita" anche grazie alla velocità che i venti raggiungono nel Paese.    Lo sfruttamento del potenziale dell'energia eolica nel Paese è già stato avviato. Nell'ultimo decennio, la capacità di generazione di energia degli impianti installati in Brasile è aumentata di 18 volte, con 686 strutture in 12 Stati, la maggior parte nella regione del Nord-est. Queste installazioni hanno portato al Paese un risparmio di emissioni di 21,2 tonnellate di diossido di carbonio, l'equivalente del volume rilasciato nell'atmosfera in un anno da 21 milioni di automobili, stando ai dati dell'Associação Brasileira de Energia Eólica (Abeeólica).    Anche l'energia solare rappresenta un mercato attrattivo sia per le compagnie locali che internazionali. Stando alle stime della Associação Brasileira de Energia Solar (Absolar), il settore porterà ulteriori 22,6 miliardi di reais, circa 3,9 miliardi di euro, in nuovi investimenti e un indotto di oltre 6,7 miliardi di reais, l'equivalente di 1,1 miliardi di euro, nel 2021. Oltre a questo potrebbe portare alla creazione di 147mila posti di lavoro, contribuendo alla ripresa post-pandemia di Covid-19 dell'economia nazionale.   (Bio/ Dire) 18:45 25-06-2
Energie rinnovabili, foto generica (Dire)
(DIRE) San Paolo (Brasile), 25 giu. - Il Brasile è salito di quattro posizioni nell'Indice di attrattività dei Paesi per le energie rinnovabili (Recai) stilato dalla società di consulenza Ernest & Young (Ey) e occupa ora l'11esimo posto, il primo per un Paese dell'America Latina. Gli Stati Uniti continuano a occupare il primo posto, seguiti da Cina e India.     In Brasile la domanda per le energie rinnovabili da parte delle aziende sta crescendo in modo esponenziale, sia a causa degli incentivi al credito offerti dalle iniziative sia private che pubbliche, sia per la riduzione dei costi e la pressione del mercato in direzione di una maggiore responsabilità sul piano ambientale.      Tra gennaio e aprile in Brasile sono stati scambiati circa quattro milioni di certificati di energia rinnovabile, lo stesso volume di transazioni di tutto l'anno scorso. Si prevede che dieci milioni di certificati siano emessi nel 2021, un aumento di circa il 300 per cento rispetto al 2019 e del 150 in confronto al 2020.    Secondo Ernest & Young, il Paese sudamericano sta avanzando soprattutto rispetto alla regolamentazione dell'energia eolica offshore, mentre il settore potrebbe "andare incontro a una forte crescita" anche grazie alla velocità che i venti raggiungono nel Paese.    Lo sfruttamento del potenziale dell'energia eolica nel Paese è già stato avviato. Nell'ultimo decennio, la capacità di generazione di energia degli impianti installati in Brasile è aumentata di 18 volte, con 686 strutture in 12 Stati, la maggior parte nella regione del Nord-est. Queste installazioni hanno portato al Paese un risparmio di emissioni di 21,2 tonnellate di diossido di carbonio, l'equivalente del volume rilasciato nell'atmosfera in un anno da 21 milioni di automobili, stando ai dati dell'Associação Brasileira de Energia Eólica (Abeeólica).    Anche l'energia solare rappresenta un mercato attrattivo sia per le compagnie locali che internazionali. Stando alle stime della Associação Brasileira de Energia Solar (Absolar), il settore porterà ulteriori 22,6 miliardi di reais, circa 3,9 miliardi di euro, in nuovi investimenti e un indotto di oltre 6,7 miliardi di reais, l'equivalente di 1,1 miliardi di euro, nel 2021. Oltre a questo potrebbe portare alla creazione di 147mila posti di lavoro, contribuendo alla ripresa post-pandemia di Covid-19 dell'economia nazionale.   (Bio/ Dire) 18:45 25-06-2
Energie rinnovabili, foto generica (Dire)

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?