Macchine o meno, per vendere e comprare sui mercati, e quindi fare trading online, occorre formarsi e informarsi. Un percorso che comprende anche – come avviene grazie alle dispense, ai corsi e ai webinar di YouFinance.it) anche la conoscenza dei termini della finanza. Come quelli spiegati, in una sorta di vocabolario, nella dispensa «Meglio l’uomo o la macchina?» curata da Davide Biocchi. Lasciando alla consultazione della dispensa una conoscenza più ampia dell’argomento e quindi anche dei vocaboli della finanza, ecco qualche parola che un trader dovrebbe conoscere, in particolare per quanto riguarda l’utilizzo delle macchine.

Algoritmo: procedimento sistematico di calcolo.

Hft: High Frequency Trading. Attività di trading iper-frenetica generata da software eo algoritmi.

Machine Learning: La capacità di autoapprendimento di un’intelligenza artificiale, che determina il continuo affinamento e miglioramento di un algoritmo.

Fondi Macro: Sono degli AIF (Alternative Investment Funds), che subordinano le decisioni di investimento all’analisi delle variabili macroeconomiche, spesso effettuata tramite algoritmi, basati su intelligenze artificiale autoapprendenti.

News Flow: è il flusso continuo di notizie che caratterizza l’era della globalizzazione, specie in campo finanziario.

Market Movers: sono quei fattori (notizie, report, dati divulgati, dichiarazioni di personaggi in vista) che sono in grado di smuovere i mercati, poiché hanno grande impatto sulle decisioni degli investitori.

Social Trading: è una forma di analisi finalizzata a investimenti che deriva dall’osservazione del comportamento aggregato di una massa di trader eo investitori, che vengono assunti come riferimento.

Front Running: pratica illegale che, se attuata da dealer in grado di sfruttare asimmetrie informative, anche sul filo dei millisecondi, può consentire di arbitraggiare chi invia ordini di compravendita su strumenti finanziari.

A. Pe