Mercoledì 24 Luglio 2024

Nuovo concorso del ministero dell’Economia 2024: scadenze e requisiti

40 posti per laureati nel nuovo concorso pubblicato dal ministero Economia: come fare domanda, le prove e i requisiti previsti.

Le scadenze e i requisiti per il nuovo concorso del MEF - Crediti: iStock

Le scadenze e i requisiti per il nuovo concorso del MEF - Crediti: iStock

Roma, 20 giugno 2024 – Il ministero dell’Economia e delle Finanze, MEF, ha pubblicato sul Portale InPA un nuovo bando di concorso finalizzato all’assunzione di 40 unità di personale non dirigenziale da inquadrare nell’area dei funzionari nel ruolo unico del ministero stesso, con i neo assunti che andranno a rafforzare l’organico degli uffici centrali del Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato a Roma. Per accedere al concorso è necessario essere in possesso di determinati requisiti e presentare una domanda, con l’esame che è composto da una fase preselettiva, uno scritto e un’orale.  

Il nuovo concorso del ministero dell’Economia 2024

I 40 nuovi assunti con concorso al ministero dell’Economia 2024 verranno così suddivisi:

  • 15 posti per il profilo di funzionario statistico con orientamento in analisi e valutazione delle politiche pubbliche - Famiglia Professionale Funzionari Dati (Codice concorso STAT);
  • 25 posti per il profilo di funzionario economico con orientamento in contabilità pubblica - Famiglia Professionale Funzionari economico-finanziario-contabili (Codice concorso ECON).
Approfondisci:

Una fabbrica di cioccolato come quella di Willy Wonka in provincia di Torino

Una fabbrica di cioccolato come quella di Willy Wonka in provincia di Torino

Concorso del ministero dell’Economia 2024, i requisiti

Per poter accedere al nuovo concorso del ministero dell’Economia 2024 è necessario essere in possesso di determinati requisiti, quali:

  •  la cittadinanza italiana o il possesso dei requisiti previsti dall’articolo 38, commi 1, 2 e 3-bis, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.165;
  • la maggiore età;
  • il godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero per motivi disciplinari, ovvero dichiarati decaduti per aver conseguito la nomina o l’assunzione mediante la produzione di documenti falsi o viziati;
  • non aver riportato condanne, con sentenza passata in giudicato;
  • l’idoneità fisica allo specifico impiego cui il codice di concorso si riferisce.

Vi sono poi i requisiti riferiti al percorso accademico del candidato, che sono diversi in base al ruolo cui si ambisce. Sono necessarie, nello specifico, le seguenti lauree:

- per i funzionari statistici (Codice STAT) sono richieste le lauree triennali L-16, L-18, L-31, L-33, L-35, L-41 o magistrali LM-16, LM-18, LM-31, LM-40, LM-56, LM-63, LM-66, LM-77, LM-82, LM-83; - per i funzionari economici (Codice ECON) sono richieste le lauree triennali L-16, L-18, L-31, L-33, L-41 o magistrali LM-16, LM-18, LM-31, LM-56, LM-63, LM-66, LM-77, LM-82, LM-83.

Approfondisci:

Il Pil prodotto in Italia, ogni giorno, è pari a 5,8 miliardi

Il Pil prodotto in Italia, ogni giorno, è pari a 5,8 miliardi

Le domande per il concorso del ministero dell’Economia 2024

Le domande per partecipare al concorso del ministero dell’Economia 2024 devono essere inviate entro l'8 luglio 2024, con i candidati che potranno fare richiesta solo per uno dei due profili previsti. La richiesta deve essere presentata in via telematica sul Portale InPA. Serve il possesso di una PEC e il pagamento di una tassa da 10 euro.

Le prove del concorso del ministero dell’Economia 2024

La struttura del concorso prevede per i candidati una prova scritta e una orale, cui potrebbe aggiungersi una preselettiva in caso di numero elevato delle domande (pari o superiore a 5 volte il numero dei posti messi a concorso per ciascuno dei codici). La preselettiva è costituita da 40 quesiti a risposta multipla cui rispondere in un tempo di 60 minuti. Sono previste 25 domande sulle materie specifiche del codice di concorso, 8 logico deduttive, 7 su problematiche organizzative e gestionali. Chi raggiunge un risultato superiore all’80 per cento può accedere alla prova scritta. La prova scritta prevede 3 quesiti a risposta aperta su materie specifiche per ognuno dei due profili:

  • Codice STAT, statistica economica (indicatori di efficacia ed efficienza della spesa pubblica), econometria, modelli statistici per l’analisi e valutazione delle politiche, analisi dei dati amministrativi e finanziari; elementi di politica economica e scienza delle finanze;
  • Codice ECON, economia aziendale (ragioneria pubblica e analisi e contabilità dei costi), scienza delle finanze e politica economica (analisi e valutazione delle politiche di intervento dello Stato), contabilità di Stato e degli enti pubblici (bilancio dello Stato e alle sue fasi), elementi di diritto dell’Unione europea (governance economica), elementi di statistica.

Accede alla prova orale chi ottiene un punteggio di almeno 21/30. L’ultima passaggio è un colloquio interdisciplinare sulle materie della prova scritta cui si aggiunge la valutazione delle conoscenze di:

  • organizzazione del ministero dell’Economia e delle Finanze;
  • codice di comportamento dei dipendenti pubblici;
  • elementi di diritto amministrativo;
  • informatica;inglese (livello B1).

Anche in questo caso, è previsto un punteggio minimo di 21/30.