Un algoritmo creato da Giuseppe Migliorino nel 2009 è il titolo "Dna della Borsa e i molteplici futuri possibili" di una delle due dispense scaricabili gratuitamente da oggi (lunedì 23 marzo) dal sito www.youfinance.it. Un omaggio, come recita il sottotitolo della dispensa, della figlia Paola Migliorino (nella foto tonda) al padre e ai suoi studi di applicazione della fisica e della statistica alla previsione dei mercati finanziari con una guida nella quale si spiegano gli indicatori da lui costruiti e adoperati nella sua carriera di trader.

Paola, laureata in Lingue e Letterature straniere all’università di Padova, nel 2005 entra in Borsari Casa Editrice nel reparto amministrativocommerciale. E pur continuando la gestione amministrativa inizia a studiare i mercati finanziari con i metodi del padre Giuseppe e a dedicarsi alla valutazione degli investimenti e gestione del portafoglio aziendale. Nel 2013 e 2014 si trasferisce in Inghilterra per conseguire un Master of Business Administration e contemporaneamente lavorare nell’area commerciale di una multinazionale del settore informatico.

Al ritorno in Borsari fonda Ateneo Borsari, centro formativo di corsi e master d’eccellenza condotti online insieme al padre e, dalla sua scomparsa nel giugno 2016, gestisce il gruppo Borsari, che raccoglie tutto l’archivio letterario, video e software prodotto dall’ingegnere Migliorino durante la sua lunga carriera di trader, e si occupa quotidianamente di analisi dei mercati e investimenti.

"Mio padre – ricorda Paola – nella sua carriera si è distinto per l’applicazione delle leggi della matematica e della fisica allo studio dei mercati finanziari e l’indicatore del Dna è probabilmente una delle intuizioni più riuscite". La dispensa "vuole ricostruire la genesi e l’utilità di questo strumento riportando le sue parole scritte in diversi momenti della sua produzione". E quindi capire in che modo il Dna si è evoluto in nuovi indicatori (Battleplan, Taylor, Prezzi-Volumi, Fair Value) "cruciali per la previsione statistica dei mercati finanziari" e ancora oggi utilizzati e distribuiti esclusivamente da Borsari.

Giuseppe Migliorino applicava il Dna e il Taylor a tantissimi strumenti di Borsa (indici, valute, materie prime) fino ad arrivare ai dati mensili macroeconomici come l’indice della Produzione industriale italiana, da cui il Taylor che prospetta nuove difficoltà per la ripresa economica del nostro Paese almeno fino alla fine del ciclo decennale nel 2025-2026. Come il Dna umano anche quello della Borsa è composto da istruzioni e queste istruzioni – che aprono a diversi futuri possibili, nessuno conosce quello che realmente si avvererà – sono date dai cicli. E quindi si può ipotizzare che la Borsa "giri" su questo schema dalla sua nascita e fino alla sua fine.

Quindi applicando su un semplice foglio Excel una serie storica dei prezzi si può sviluppare, con una certa probabilità, un’ipotesi di andamento futuro. Naturalmente più è lunga la serie storica e maggiori saranno le probabilità di successo della previsione.

Secondo l’analisi ciclica di lungo termine, per Migliorino dovevamo essere sul primo decennale di un ventennale partito nel 2012 e nel 2020-2021 avrebbe dovuto verificarsi il massimo di tale decennale dopo il minimo toccato nel 2018. E proprio a febbraio di quest’anno le Borse avevano toccato i massimi prima del grande crollo causato dal Covid-19. Quando si riprenderanno? Il futuro non può essere scritto in anticipo ma il Dna della Borsa dice che i mercati torneranno ciclicamente a salire e si dovrebbe tornare ai massimi nel 2026-2027.