Banca Mediolanum, il 2024 sarà un anno fondamentale

Decisamente ambizioso l’obiettivo dell’istituto di credito: diventare la prima banca in Italia per masse in gestione

Il 2024 sarà fondamentale nel cammino di Banca Mediolanum verso il suo ambizioso obiettivo: diventare la prima in Italia per masse in gestione. Lo ha annunciato il direttore commerciale, Stefano Volpato, parlando a Merano ai top manager del gruppo nel consueto punto di fine anno su bilanci, obiettivi e strategie.

Quello che sta terminando è stato un anno di successi per Banca Mediolanum, ha detto l’amministratore delegato Massimo Doris, con il cliente sempre al centro di quel cerchio tracciato dal padre Ennio, scomparso nel 2021. Per dimostrarlo ha snocciolato alla platea i numeri di una banca solida, seconda in Europa per requisiti di capitale, con oltre un milione e mezzo di clienti (+5,4%) e una rete di consulenti finanziari che nel 2023 ha raccolto 2,167 miliardi. Numeri che la prossima fase di discesa dei tassi d’interesse offrirà l’opportunità di migliorare ulteriormente nel 2024. Margini di miglioramento, secondo Doris, ci sono anche per le performance sull’obbligazionario ("non è stato spiegato abbastanza il suo valore a fronte dell’esplosione della domanda dei titoli di Stato”) e sul suo cavallo di battaglia, la protezione, ovvero le polizze “che fanno parte del Dna della nostra banca. Non vorrei più ricevere e-mail di clienti che necessitano di un aiuto dopo un evento catastrofico. Dobbiamo intervenire prima e dare loro solidità di fronte alle calamità non evitabili. Un bravo consulente non è quello che vende di più, ma quello che protegge meglio i propri assistiti” ha detto l’amministratore delegato.

Volpato ha poi aggiunto che Banca Mediolanum vuole prendere per mano gli italiani e portare il loro risparmio, tra i primi al mondo, verso una maggiore efficienza. Nonostante la montagna di ricchezza finanziaria (oltre 5.700 miliardi di euro, circa il doppio dell’intero debito pubblico) e la capacità di accantonare il 15% del reddito lordo, gli italiani hanno rivalutato il loro capitale dal 2010 ad oggi solo del 32%, contro il 118% degli americani. Migliorare questo dato significa creare valore e soprattutto mettere nelle tasche delle famiglie le risorse necessarie ad affrontare le grandi sfide del futuro, prima fra tutte quella demografica, per governare i cambiamenti anziché subirli.

Proprio questo è uno dei compiti principali dei Family Banker Mediolanum, una task force con la missione di invertire quel trend preoccupante, delineato dal recente Rapporto del Censis, che definisce gli italiani "sonnambuli, spaventati e ciechi dinanzi ai presagi di declino”.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro