Renato Brunetta, 71 anni, ministro per la Pubblica amministrazione nel governo Draghi
Renato Brunetta, 71 anni, ministro per la Pubblica amministrazione nel governo Draghi
Il dl Reclutamento – su cui il premier Mario Draghi ha mediato per frenare le richieste dei singoli ministeri – è l’ultimo tassello del pacchetto Pnrr che comprende Governance e Semplificazioni (già approvati) e ne rappresenta, in sostanza, la premessa. Le misure riguardano in particolare assunzioni e modalità di reclutamento di personale specializzato a tempo determinato, al massimo fino al 2026, per attuare i...

Il dl Reclutamento – su cui il premier Mario Draghi ha mediato per frenare le richieste dei singoli ministeri – è l’ultimo tassello del pacchetto Pnrr che comprende Governance e Semplificazioni (già approvati) e ne rappresenta, in sostanza, la premessa. Le misure riguardano in particolare assunzioni e modalità di reclutamento di personale specializzato a tempo determinato, al massimo fino al 2026, per attuare i progetti del Pnrr, attraverso concorsi rapidi e digitali.

In primis, dovrebbe contemplare l’assunzione di 350 professionisti di varia estrazione per supportare la Ragioneria Generale dello Stato per la rendicontazione finanziaria dei progetti del Pnrr (statistici, ecc), che saranno suddivisi tra i diversi Ministeri. Inoltre, prevede 16 mila assunzioni di professionisti a sostegno dell’ufficio del Processo per la Giustizia per smaltire gli arretrati della giustizia e aiutare i magistrati. E ancora sono previsti 1.000 incarichi di collaborazione (non assunzioni), una pattuglia di ingegneri, manager ed esperti di diritto, a disposizione delle Regioni, inviati a supporto delle Pa locali per la gestione delle procedure complesse e per il monitoraggio dei tempi di attuazione dei progetti. Per il reclutamento sono previste delle prove, attraverso modalità semplificate e rapide (scritte, orali o colloqui) perfino per gli incarichi di collaborazione all’insegna della trasparenza.

Tra le novità, il varo di un portale unico per l’incontro tra domanda e offerta del lavoro pubblico, dove saranno pubblicati i bandi e dove saranno inserite banche dati. Il reclutamento di personale specializzato nella Pa è considerato un ingrediente necessario per la riuscita della sfida del Recovery a fronte di 3,2 milioni di dipendenti pubblici con età media di oltre 50 anni, di cui il 16,9% over 60 e che finora ha dimostrato una scarsa capacità di spesa già in relazione ai fondi europei ordinari.

Nel pacchetto ci sarà anche un Piano che unifica in un unico documento di programmazione i tanti piani che le amministrazioni devono preparare sul versante dell’organizzazione, dalla performance al lavoro agile.