Venerdì 21 Giugno 2024

Offerte poco trasparenti, l’Antitrust applica la moral suasion per 13 società energetiche

L’intervento dell’Autorità garante della Concorrenza dopo la cessazione del mercato tutelato

Roma, 3 giugno 2024 – Offerte poco traspartenti, per questo l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha deliberato di effettuare interventi di moral suasion nei confronti di 13 società del settore energia.

Bollette
Bollette

Il provvedimento riguarda:

  • Illumia
  • Jen Energia
  • Dolomiti Energia
  • Axpo Italia (Pulsee Luce & Gas)
  • Ajo' Energia
  • Acea Energia
  • Ecom-Energu Comune
  • Agsm Aim Energia
  • Hera Comm
  • Wekiwi
  • Omnia Energia
  • Semplice Gas & Luce
  • E.On Energia

La moral suasion (l’invito a rivedere alcune politiche) è stata emanata perché le offerte pubblicizzate online non sono risultate pienamente conformi alla disciplina a tutela del consumatore.

In particolare, scrive l’agenzia Dire,  a seguito della prevista cessazione del mercato tutelato, l'Autorità ha effettuato un monitoraggio delle offerte commerciali proposte dalle principali società di vendita di energia elettrica e gas presenti sul mercato libero per verificare la trasparenza e la completezza delle informazioni promozionali fornite ai consumatori, con riguardo sia alle componenti economiche sia ai claim ambientali. L'Autorità ha riscontrato criticità nelle varie voci di costo perché mancava l'indicazione di alcuni oneri che compongono il prezzo dell'energia.

Riguardo ai claim ambientali, invece, è emerso che alcune affermazioni da parte delle società non fornivano circostanziate e certificate informazioni sulle concrete azioni svolte.

Approfondisci:

Perché le bollette aumentano anche se i prezzi di gas e luce diminuiscono?

Perché le bollette aumentano anche se i prezzi di gas e luce diminuiscono?

Dunque, al termine del monitoraggio, è stato rivolto alle società interessate l'invito ad integrare la propria informativa promozionale in modo chiaro ed esaustivo, attraverso l'indicazione di tutti gli oneri (discrezionalmente previsti dalle società di vendita) che compongono la spesa per l'energia.

Inoltre, l'Autorità ha chiesto di predisporre un'informativa completa e corretta in materia di green claim, corredata delle certificazioni e dalle attestazioni relative ai vanti ambientali, agevolmente consultabili. Questi ultimi interventi si inseriscono nel solco della continua e forte attenzione che l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sta prestando e continuerà a prestare al mercato dell'energia elettrica e del gas, come ribadito dal presidente Roberto Rustichelli durante l'audizione in merito alle problematiche relative al passaggio dal mercato tutelato al mercato libero dell'energia elettrica in commissione Attività Produttive della Camera, svolta martedì 28 maggio.