Zona arancione, la Faq sulla spesa
Zona arancione, la Faq sulla spesa

Roma, 10 gennaio 2021 - Oggi domenica 10 gennaio è l'ultimo giorno in cui tutta l'Italia è in zona arancione. Mentre da domani (lunedì 11 gennaio) si tornerà alla suddivisione dell'Italia nelle zone colorate: cinque regioni (Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Calabria e Sicilia) sono entrate in zona arancione (potranno tornare in zona gialla solo con 14 giorni di parametri sotto la soglia) mentre tutte le altre sono nella zona gialla rafforzata. Vediamo allora quali sono gli spostamenti consentiti e quelli no per chi abita in zona arancione.

Zona rossa Lombardia, Sicilia, Bolzano: le regole

Coronavirus Italia: il bollettino Covid del 12 gennaio

Nuovo Dpcm gennaio: quando esce. Ecco le misure in bilico

Nuovo Dpcm: tensione sulla zona rossa. Conte: servono ancora sacrifici

1) All'interno del Comune spostamenti liberi

All'interno del proprio Comune gli spostamenti sono liberi: possiamo quindi andare dove vogliamo senza obbligo dell'autocertificazione: potremo quindi, a titolo di esempio, andare a fare shopping, fare una passeggiata, portare a spasso il cane, fare attività sportiva in forma individuale, andare al parco.

Sì a parenti e amici senza limiti

Potremo fare visita a parenti e amici: e, secondo quanto puntualizza una Faq del governo, "non sono previsti limiti al numero degli spostamenti all'interno dello stesso Comune o del numero di persone che si spostano". Giusto sottolinearlo perché sul punto c'era molta confusione.

Il coprifuoco

C'è un solo limite allo spostamento all'interno de Comune: dovremo rispettare l'orario del coprifuoco: dalle 22 alle 5 dovremo stare a casa. Potremo uscire solo per motivi di lavoro, salute o necessità e in tal caso avremo bisogno dell'autocertificazione. Ovviamente restano in vigore le solite restrizioni: obbligo della mascherina anche all'aperto e divieto di assembramento.

Zona arancione: quando serve l'autocertificazione / Pdf

Nuova zona rossa dal 16 gennaio

2) Spostamenti vietati fuori dal proprio Comune

Almeno fino al 15 gennaio (dal 16 entrerà in vigore un nuovo Dpcm) le Faq del governo sono chiare: "Nelle zone arancioni ci si potrà spostare liberamente, e quindi far visita ad amici o parenti, solo all’interno del proprio Comune, dalle 5.00 alle 22.00; oltre tali orari e al di fuori del proprio Comune ci si potrà spostare solo per lavoro, salute o necessità".

No parenti e amici

Quindi è detto chiaramente che la visita a parenti e amici è consentita solo all'interno del Comune non fuori.

Le eccezioni / Lavoro, salute, necessità

Potremo spostarci fuori Comune per uno dei soliti tre motivi: lavoro, salute, necessità che dovranno essere comprovati dall'autocertificazione.

Seconde case

Un'eccezione riguarda anche le seconde case. Un'apposita Faq del governo chiarisce che potremo andare nella seconda casa anche se si trova fuori dal Comune purché sia nella stessa regione: "Fino al 15 gennaio 2021, gli spostamenti di un nucleo familiare convivente verso le seconde sono sempre consentiti, dalle 5.00 alle 22.00, all'interno della propria Regione e sempre vietati verso le altre Regioni. È consentito lo spostamento verso la seconda casa, anche se intestata a più comproprietari, di un solo nucleo familiare convivente". In questo caso dovremo compilare l'autocertificazione.

La spesa fuori Comune

Le Faq generali riguardanti la zona arancione stabiliscono sul punto che è possibile a queste condizioni: "Gli spostamenti verso Comuni diversi da quello in cui si abita sono vietati, salvo che per specifiche esigenze o necessità. Fare la spesa rientra sempre fra le cause giustificative degli spostamenti. Laddove quindi il proprio Comune non disponga di punti vendita o nel caso in cui un Comune contiguo al proprio presenti una disponibilità, anche in termini di maggiore convenienza economica, di punti vendita necessari alle proprie esigenze, lo spostamento è consentito, entro tali limiti, che dovranno essere autocertificati".

I piccoli Comuni: sì a parenti e amici

Resta in vigore fino al 15 gennaio la deroga per i Comuni sotto i 5mila abitanti: "Per chi vive in un Comune fino a 5.000 abitanti, spostarsi liberamente, tra le 5.00 e le 22.00, entro i 30 km dal confine del proprio Comune (quindi eventualmente anche in un’altra Regione), con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia: di conseguenza, sarà possibile anche andare a fare visita ad amici e parenti entro questi limiti orari e territoriali.

Tornare a casa si può sempre

E' sempre consentito tornare alla residenza, domicilio e abitazione rispettabndo sempre gli orari del coprifuoco.