Ecco quando serve l'autocertificazione
Ecco quando serve l'autocertificazione

Roma, 9 gennaio 2021 - Oggi e domani (sabato 9 e domenica 10 gennaio) tutta l'Italia è in zona arancione. Da domenica 10 gennaio cinque regioni (Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Sicilia e Calabria) sono state poste in zona arancione mentre il resto dell'Italia sarà in zona gialla. Torna quindi in primo piano la necessità di avere con sè il modello dell'autocertificazione. Quando dovremo averla con noi per i nostri spostamenti? Come va compilata? Ecco la guida. Una precisazione: le regole per la zona arancione sono le stesse per il weekend 9-10 gennaio e per le cinque regioni in arancione la prossima settimana.

Bollettino Covide del 10 gennaio

Zona arancione: quando posso uscire dal Comune

Il modello Pdf editabile

Zona arancione / Posso muovermi nel mio Comune?

Sì, durante la giornata posso uscire di casa - andare ad esempio da parenti e amici - senza limiti (la faq del governo è chiara: "Non sono previsti limiti al numero degli spostamenti all'interno dello stesso Comune o del numero di persone che si spostano) e quindi non ho bisogno dell'autocertificazione. 

Devo rispettare il coprifuoco?

Sì, il coprifuoco resta dalle 22 alle 5: in questo lasso di tempo potrò spostarmi solo per "comprovate" esigenze: lavoro, salute o necessità. E dovrò avere con me l'autocertificazione compilando tutti i campi e indicando in modo specifico destinazione e motivo dello spostamento.

Posso spostarmi fuori dal mio Comune?

La risposta è affidata alla faq del governo: "Gli spostamenti verso altri Comuni saranno consentiti solo per motivi di lavoro, salute o necessità, quindi non per fare visita a parenti o amici". I tre motivi di lavoro, salute o necessità dovranno essere certificati in caso di controllo con l'autodichiarazione che va compilata come detto sopra. Per quanto riguarda le seconde case attenzione perché l'ultima Faq del governo in tema di spostamenti per questi giorni spiega che fino al 15 gennaio "gli spostamenti di un nucleo familiare convivente verso le seconde sono sempre consentiti, dalle 5.00 alle 22.00, all'interno della propria Regione e sempre vietati verso le altre Regioni. È consentito lo spostamento verso la seconda casa, anche se intestata a più comproprietari, di un solo nucleo familiare convivente". Sembrerebbe dunque che questa deroga sia ancora valida. In questo caso ci servie l'autocertificazione.

Possiamo fare la spesa in un Comune diverso dal nostro? La Faq del governo spiega: "Gli spostamenti verso Comuni diversi da quello in cui si abita sono vietati, salvo che per specifiche esigenze o necessità. Fare la spesa rientra sempre fra le cause giustificative degli spostamenti. Laddove quindi il proprio Comune non disponga di punti vendita o nel caso in cui un Comune contiguo al proprio presenti una disponibilità, anche in termini di maggiore convenienza economica, di punti vendita necessari alle proprie esigenze, lo spostamento è consentito, entro tali limiti, che dovranno essere autocertificati".

E se abito in un piccolo Comune?

Posso uscire a determinate condizioni. La Faq del governo: "Sarà possibile, anche nelle zone arancioni, per chi vive in un Comune fino a 5.000 abitanti, spostarsi liberamente, tra le 5 e le 22, entro i 30 km dal confine del proprio Comune (quindi eventualmente anche in un’altra Regione), con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia: di conseguenza, sarà possibile anche andare a fare visita ad amici e parenti entro questi limiti orari e territoriali". Dovrò avere l'autocertificazione indicando la destinazione ma non il nome del parente o dell'amico che vado a trovare. 

Zona gialla / Spostamenti

Da lunedì 11 tuttele regioni italiane tranne le cinque in zona arancione tornano in zona gialla. Spostamenti liberi quindi ma non dalle 22 alle 5 (coprifuoco). Per uscire di casa in questo orario dovremo avere l'autocertificazione per i soliti motivi: lavoro, salute e necessità. Inoltre il governo ha previsto un'ulteriore limitazione: non potremo spostaci fuori dalla nostra regione se non per le solite comprovate esigenze che dovremo certificare con l'autodichiarazione.