Martedì 28 Maggio 2024

Trapani, precipitato aereo militare Eurofighter: recuperato il corpo del pilota

Fabio Antonio Altruda aveva 33 anni Il velivolo stava rientrando in aeroporto, prima di precipitare

Eurofighter (foto d'archivio)

Eurofighter (foto d'archivio)

Trapani, 13 dicembre 2022 - E' stato individuato e recuperato nella notte il corpo del pilota dell'Eurofighter del 37esimo Stormo precipitato ieri sera durante una esercitazione partita dalla base di Trapani Birgi. Il cadavere del pilota è stato rinvenuto all'interno del velivolo finito nell'alveo di un fiume. La vittima è il capitano Fabio Antonio Altruda, originario di Caserta. Aveva 33 anni. L'aereo militare che stava rientrando da una missione addestrativa (con un altro Eurofighter che ha invece fatto ritorno allo scalo militare) è precipitato nell'alvelo di un fiume, in località Locogrande, a pochi chilometri a Nord di Marsala.

Eurofighter caduto, il pilota non ha inviato sos e non si è lanciato

L' Eurofighter è un aereo monoposto che l'Aeronautica militare utilizza come strumento di difesa italiana. Quindi c'era una sola persona a bordo e appena il contatto con la torre di controllo si è interrotto, sono scattate le ricerche del pilota, con un elicottero del Centro Sar che è immediatamente decollato per localizzare la zona precisa dell'impatto. Considerati il buio e le difficoltà delle ricerche, non si sapeva se il pilota fosse riuscito ad abbandonare il velivolo o si trovasse tra i rottami. 

Fin dalle 18.30 circa, orario in cui è scattato l'allarme, l'elicottero dell'82esimo reparto Sar coordina le ricerche dall'alto mentre sul posto, oltre a forze dell'ordine, ambulanze e vigili del fuoco, c'è anche un team di specialisti dello Stormo. Il velivolo, precipitato al suolo a circa cinque miglia a sud-est della base aerea di appartenenza, si è disintegrato durante l'impatto, con rottami infuocati trovati anche a diverse centinaia di metri di distanza tra loro.

L'area dell'impatto è stata circoscritta e piccoli focolai si sono generati dai resti dell'aereo in fiamme. Con il passare delle ore le speranze di ritrovare vivo il pilota si fanno sempre più flebili: non sarebbe arrivato alcun alert al sistema di avviso per l' 'eiezione', ovvero il lancio, affinché si potesse localizzare il punto in cui il pilota potrebbe eventualmente essersi lanciato.

All'aeroporto civile 'Vincenzo Florio' è scattato il protocollo di sicurezza in accordo con le autorità militari e le piste sono state chiuse al traffico. Non sono ancora note le cause che hanno fatto precipitare il velivolo.