Venerdì 24 Maggio 2024

Torino, corteo di studenti fuori dall'università: “Via i sionisti”. Scontri con la polizia. Lollobrigida: “Squadracce”

Tensione sotto il Castello del Valentino, che ospita un convegno con membri del governo, tra cui il ministro dell’Agricoltura, Tajani, Bernini e Fratin. Alla fine qualcuno riesce ad entrare: “Palestina Libera”. Colluttazioni e contusi (sette) fra gli agenti. Meloni: “Inaccettabile”

Scontro fra studenti universitari e polizia sotto il castello del Valentino (Ansa)

Scontro fra studenti universitari e polizia sotto il castello del Valentino (Ansa)

Torino, 23 april 2024 – Scontri tra un gruppo di studenti pro-Palestina in corteo e agenti in assetto anti sommossa a Torino, davanti al Castello del Valentino, sede del convegno degli addetti scientifici e spaziali che ospitava membri del governo tra cui, il vicepremier Antonio Tajani, la ministra dell'Università Anna Maria Bernini, il ministro dell'Agricoltura Francesco Lollobrigida e il ministro dell'Ambiente Gilberto Pichetto Fratin. Secondo quanto risulta, stamani gli attivisti hanno tentato di sfondare il cordone della polizia via San Pio V, lanciando uova e fumogeni, quindi il gruppo si sarebbe diviso, uno ha tentato di raggiungere il castello, venendo allo scontro con la polizia. 

Approfondisci:

Proteste pro Gaza, cosa sta succedendo nelle università americane. Lapid: “E’ antisemitismo”

Proteste pro Gaza, cosa sta succedendo nelle università americane. Lapid: “E’ antisemitismo”

Sfilavano “collettivo Cua – scrive la Stampa – il centro sociale Askatasuna, il collettivo comunista Cambiare Rotta, il gruppo Progetto Palestina e il coordinamento Torino per Gaza”. In cima al corteo, partito da Palazzo Nuovo, lo striscione: “Fuori i sionisti dall’Università”. Il bilancio è di sette poliziotti contusi, ma anche qualche studente si sarebbe fatto male. 

Nel pomeriggio una decina di ragazzi e ragazze sono riusciti a entrare dentro la sede universitaria, spacciandosi per studenti del Politecnico, hanno fatto irruzione alla conferenza al grido di “Palestina libera”, srotolando anche una bandiera palestinese. I ministri Tajani, Bernini, Lollobrigida e Pichetto avevano già lasciato l'edificio. “Prendete posizione contro un genocidio contro il popolo palestinese e il popolo curdo”, ha gridato un’attivista: “Non vogliono interrompere gli accordi con Israele e voi state qui a discutere mentre c'è gente che muore”. La giovane è stata portata via con la forza, il resto del gruppo bloccato dagli agenti in assetto antisommossa. Alla fine i manifestanti sono usciti. 

Tajani: “Solidarietà alla polizia”

Vicinanza alla polizia è stata espressa dal vicepremier Antonio Tajani, ospite dell’incontro in università. ''La scienza non è legata alla politica quindi ognuno ha diritto a manifestare  – ha commentato il ministro degli Esteri – io esprimo però anche solidarietà alle forze dell'ordine perché si può manifestare a favore di chiunque o contro chiunque purché si rispettino sempre le regole. Insultare carabinieri, poliziotti, finanzieri, offenderli e sputargli in faccia è inaccettabile”.

Da sinistra: Stefano Lo Russo, sindaco di Torino, Gilberto Pichetto Fratin, ministro dell'Ambiente, Fausta Bergamotto, sottosegretario, Anna Maria Bernini, ministra dell'Università, Antonio Tajani, ministro degli Esteri, e Alberto Cirio, presidente regione Piemonte, durante la conferenza stampa degli addetti scientifici e spaziali e degli esperti agricoli presso il Castello del Valentino (Ansa)
Da sinistra: Stefano Lo Russo, sindaco di Torino, Gilberto Pichetto Fratin, ministro dell'Ambiente, Fausta Bergamotto, sottosegretario, Anna Maria Bernini, ministra dell'Università, Antonio Tajani, ministro degli Esteri, e Alberto Cirio, presidente regione Piemonte, durante la conferenza stampa degli addetti scientifici e spaziali e degli esperti agricoli presso il Castello del Valentino (Ansa)

Lollobrigida: “Squadracce organizzate tentano di impedire un convegno”

"Ci tocca invece vedere squadracce organizzate che tentano di impedire un convegno che parla al mondo attraverso i suoi addetti per le politiche estere, la scienza, che non è legata a una ideologia, a un posizionamento politico ma è nell'interesse dell'umanità”, gli fa eco il ministro dell'Agricoltura, Francesco Lollobrigida, anche lui fra gli ospiti.

Meloni: “Attacco inaccettabile alle forze dell’ordine”

E sul caso è intervenuta anche Giorgia Meloni con un post su X. La premier parla di “ennesimo e inaccettabile attacco da parte di centri sociali e collettivi... Condanniamo con fermezza quanto accaduto, lo Stato è accanto di chi difende la libertà e la sicurezza di tutti i cittadini".