Cape Canaveral (Florida), 30 maggio 2020 - E' stata lanciata alle 21.22 ora italiana da Cape Canaveral con due astronauti a bordo la capsula Crew Dragon della SpaceX; dopo 9 anni gli Stati Uniti ritrovano la capacità di portare uomini in orbita grazie ai privati. Lanciata per conto della Nasa dall'azienda di Elon Musk, la navicella spaziale è entrata in orbita e sta portando verso la Stazione Spaziale i veterani della Nasa Doug Hurley (54 anni) e Bob Behnken (50) nella missione Demo2, che apre la via ai voli di serie della Crew Dragon. La Crew Dragon attraccherà domani alla Iss.

"Lancio avvenuto. Fatta la storia con il lancio di astronauti della Nasa dal Kennedy Space Center per la prima volta in nove anni sulla Crew Dragon di SpaceX", è il tweet della Nasa pochi secondi dopo il lancio della navicella diretta verso la Stazione spaziale internazionale.

"È incredibile": è il primo commento fatto da Donald Trump assistendo accanto al suo vice Mike Pence allo storico lancio. "Oggi è cominciata una nuova era di ambizioni americane", ha aggiunto Trump al Kennedy space center, definendo il lancio un "coraggioso e trionfante ritorno americano tra le stelle".

 

 

​​Segui qui la diretta video

Gli astronauti: chi sono

La missione Demo-2 rappresenta il primo trasporto di astronauti in orbita dal suolo americano dall'ultimo shuttle verso la Luna. Iconica anche la rampa di lancio, la 39A, la stessa dalla quale partiì l'Apollo 11. A bordo due veterani della Nasa, Bob Behnken, 49 anni, e Doug Hurley, 53 anni. Behnken è stato sullo shuttle due volte, nel 2008 e nel 2010, trascorrendo oltre 708 ore in orbita e compiendo 6 passeggiate spaziali. Anche Hurley ha alle spalle due missioni, compresa quella finale dello shuttle a bordo dell'Atlantis, decollata l'8 luglio del 2011. Oggi non indosseranno la tradizionale tuta arancione dello shuttle ma una mise bianca con fregi grigio scuro che ricorda gli stormtrooper di Star Wars, targata Space X e disegnata dallo scultore e costumista di Hollywood Jose Fernandez.