Lunedì 17 Giugno 2024

“Aiutatemi!”: 13enne rapita e chiusa in auto scrive un messaggio e viene salvata

California: la ragazzina ha scritto “help me” in un foglietto mentre il suo sequestratore era sceso per andare in una lavanderia a gettone. Tre giorni da incubo dopo la fuga da casa. L’uomo è stato arrestato

Roma, 22 luglio 2023 – Un grido d’aiuto affidato a un foglietto strappato, una richiesta disperata, “help me!”. Così in California a Long Beach è stata salvata una 13enne che – secondo quanto appurato finora dalla polizia – era scappata di casa ed era stata avvicinata a Sant’Antonio, in Texas, vicino a una fermata del bus, da un uomo che l’avrebbe costretta a salire in auto sotto la minaccia di una pistola.

Help me: 13enne rapita viene liberata

Quel cartello, scritto superando il terrore di 3 giorni da incubo, ha richiamato l’attenzione di un buon samaritano che ha chiamato la polizia.

Il sequestratore, un texano di 61 anni, aveva fatto una sosta per lavare i suoi abiti in una lavanderia a gettone.

L’uomo, con precedenti, è stato arrestato per sequestro e violenza sessuale. Avrebbe infatti abusato anche della sua vittima.

Tredicenne rapita in auto viene liberata grazie a un messaggio, "help me!"
Tredicenne rapita in auto viene liberata grazie a un messaggio, "help me!"

Il viaggio dell’orrore

La ragazzina, secondo quanto ha ricostruito fino a questo momento la polizia, era stata rapita il 6 luglio e costretta dal 61enne a salire sulla sua Nissan color argento. Il viaggio dell’orrore fino a Long Beach, in California, è durato tre giorni.  Poi quell’errore che gli è costato l’arresto e ha restituito alla 13enne la libertà.