Venerdì 14 Giugno 2024

Scomparsa da marzo, mistero in Alta Val di Susa

La scomparsa di Mara Favro, 51 anni di Susa, è diventata un mistero dopo tre mesi. La procura di Torino ha aperto un fascicolo per omicidio e occultamento di cadavere, su segnalazione del fratello della donna. Favro lavorava in una pizzeria e sarebbe tornata a casa con un passaggio la notte della scomparsa.

SUSA (Torino)

Dopo tre mesi è diventato un giallo la scomparsa di Mara Favro, 51 anni di Susa (Torino), di cui non si hanno più notizie dalla notte tra il 7 e l’8 marzo scorso. Un mistero su cui la procura di Torino ha aperto un fascicolo, titolare il procuratore aggiunto Cesare Parodi, dopo che il fratello della donna ha presentato una denuncia, contro ignoti, per omicidio e occultamento di cadavere.

Il primo esposto, sempre presentato da Fabrizio Favro, era per la scomparsa. Ma con il passare dei mesi l’avvocato dell’uomo, Roberto Saraniti, ha presentato la seconda denuncia, producendo una documentazione per dimostrare che l’allontanamento volontario non è l’unica pista da seguire.

Favro lavorava da otto giorni in una pizzeria di Chiomonte. La notte della scomparsa, a fine turno, sarebbe tornata a casa, distante 10 chilometri, accettando un passaggio dal pizzaiolo. Lo ha raccontato lo stesso, insieme al titolare del locale, a ‘Chi l’ha visto?’.

Approfondisci:

Mara Favro sparita da Susa (Torino): un giallo lungo 3 mesi. Le indagini dei carabinieri e gli ultimi sviluppi

Mara Favro sparita da Susa (Torino): un giallo lungo 3 mesi. Le indagini dei carabinieri e gli ultimi sviluppi